F1 | Al Mugello ci sarà una sola zona DRS

Per il Gran Premio sull’impegnativo circuito del Mugello, la direzione gara ha deciso di designare una sola zona dove azionare il DRS.

 

Il weekend toscano si avvicina. Dopo il Gran Premio d’Italia a Monza, il Belpaese si prepara ad ospitare la seconda delle tre gare sul proprio territorio, su un circuito molto impegnativo per vettura e piloti.

Tra le colline della campagna fiorentina avremo, con grande probabilità, le forze G più elevate dell’intero calendario. Le opportunità di sorpasso si avranno soprattutto sul rettilineo principale, l’unico davvero importante rettifilo dell’autodromo.

Proprio sul rettilineo dei box, ad aumentare le chance di di sorpassare, la direzione gara ha stabilito l’unica zona DRS del tracciato.

I piloti potranno aprire l’ala mobile posteriore in accelerazione in uscita dalla Bucine fino all’importante staccata di curva 1, la San Donato.

Nell’immagine sottostante è presentata la pista del Mugello con le indicazioni dei settori, della zona DRS e dello Speed Trap.

Il DRS sarà come sempre utilizzabile sempre in prova e in qualifica, e quando, in gara, la vettura che precede è a meno di un secondo. Il distacco tra le monoposto verrà rilevato dalla Detection Zone dopo le Biondetti, alla staccata della Bucine.

Sarà importante per i piloti avere una buona trazione dall’ultima curva per poter sfruttare nel migliore dei modi la scia e il DRS in un tracciato dove superare non sarà semplice.

Lo Speed Trap rileverà la velocità massima delle monoposto dopo il traguardo, sullo scollino prima di curva 1.

Per vedere come si comporteranno le monoposto e i piloti su una pista così affascinante quanto impegnativa non ci resta che aspettare. Il weekend del Mugello si avvicina, ci siamo quasi.

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | GP Italia – L’analisi onboard e del team radio di Hamilton durante la Safety Car

 

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.