F1 | Alfa Romeo e Sauber: futuro incerto, decisione in arrivo entro luglio

Il futuro della partnership tra Alfa Romeo e Sauber è al momento incerto: nelle prossime settimane il team di Hinwil prenderà infatti una decisione sul proprio futuro in F1, che sarà annunciata entro luglio.

Alfa Romeo Sauber partnership

Entro quest’estate la F1 saprà cosa ne sarà della partnership fra Alfa Romeo e Sauber. Ad annunciarlo è stato proprio l’AD del team di Hinwil, Jean Philippe Imparato, che ha comunicato l’intenzione di dare una risposta definita sull’argomento entro luglio.

“Il futuro della partnership tra Alfa Romeo e Sauber sarà annunciato a luglio”, ha affermato infatti Jean-Philippe Imparato. “Non sarà un processo complicato. Ci sono due aspetti che valuteremo con attenzione: i risultati ed il ritorno economico”.

Al momento i segnali sono incoraggianti e sembrano volgere verso una prosecuzione della collaborazione fra le due parti. Per l’annuncio ufficiale bisognerà aspettare qualche settimana, ma la rinnovata partnership sembra essere già cosa fatta, come conferma l’interazione crescente fra Alfa Romeo e Sauber.

I recenti risultati poi, aprono ancora di più alla possibilità che la collaborazione continui, essendo uno dei principali aspetti valutati da Sauber. Nei primi quattro GP di quest’anno, l’Alfa Romeo ha conquistato 25 punti, più che nelle precedenti due stagioni sommate assieme. Il merito è principalmente del più esperto fra i due piloti, Valtteri Bottas, che ne ha portati a casa ben 24.

La partnership fra Alfa Romeo e Sauber

L’accordo tra le due parti sarebbe rinnovato secondo il modello già utilizzato fino ad ora, dunque un accordo finanziario, di sponsorizzazione, ma senza risvolti tecnici. Attualmente, infatti, l’Alfa Romeo è cliente della Ferrari per quanto riguarda il motore, mentre preferisce realizzare cambio e sospensioni posteriori da sé.

Leggi Anche:

F1 | GP Imola – Velocità massime Sprint e Gara: lotta serrata tra top speed!

Proprio per questo motivo Carlos Tavares, amministratore delegato del gruppo automobilistico Stellantis di cui Alfa Romeo è una controllata, si è difeso dalle critiche di chi lo accusa di non essere realmente presente in F1.

“A chi ha criticato la nostra scelta, rispondo che non c’è un solo modo di fare le cose in F1. Possedere un team è una strada, ma ce ne sono molte altre e tra queste c’è quella che abbiamo scelto noi. Se siamo qui in pista, se c’è una squadra che si chiama Alfa Romeo pronta a correre ad ogni GP, allora posso ritenermi soddisfatto”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.