F1 | Alfa Romeo non supera i crash test

L’Alfa Romeo non ha superato il crash test frontale svolto al CSI di Milano, centro certificato FIA. Per fortuna, non dovrebbe essere nulla di troppo grave. Alfa Romeo crash test

Alfa Romeo crash test
Il crash di Antonio Giovinazzi a Spa durante il Gran Premio del Belgio 2019. Foto: reddit /r/formula1/

Non arrivano buone notizie per l’Alfa Romeo. Stando a quanto riportato dalla testata motorsport-magazin.com, non avrebbe infatti passato con successo il crash test frontale al CSI di Milano, danneggiando gravemente il primo telaio della prossima C39. Alfa Romeo crash test

Quello di Milano appartiene alla ristretta cerchia di centri certificati FIA autorizzati alle verifiche dei telai delle vetture di F1.

Dopo aver superato la prova statica ad Hinwil, sede centrale della Sauber, il telaio del team italo-svizzero non ha ben incassato il test dinamico a Milano, uscendone distrutto.

Per poter essere autorizzati a scendere in pista bisogna superare 15 sessioni di crash test. Mentre negli anni scorsi erano necessari solo per i weekend di gara, ora lo sono anche per prendere parte a sessioni di test.

Essendo il primo telaio andato distrutto, Alfa Romeo dovrà concentrarsi sul secondo. Allo stesso tempo, la squadra di Frederic Vasseur dovrà anche impegnarsi a fornire la miglior vettura possibile ai confermati Kimi Raikkonen ed Antonio Giovinazzi.

Nonostante questo sia stato uno spiacevole ed insperato episodio, ma in ogni caso non così raro, non c’è bisogno di preoccuparsi troppo; il team terminerà circa tre o quattro settimane più tardi del previsto la preparazione alla stagione 2020 del campionato di Formula 1, riuscendo quindi a recuperare in tempo per i test di Barcellona, salvo ulteriori imprevisti.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Williams, Dan Ticktum nuovo pilota di sviluppo

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.