F1 | Alfa Romeo, Vasseur: “Troppo rischioso promuovere Pourchaire nel 2022”

Frédéric Vasseur, Team Principal della Alfa Romeo Sauber, ha spiegato le ragioni per cui Theo Pourchaire non è stato preso in considerazione per un sedile nel 2022.

Pourchaire Alfa Romeo
Foto: F1.com

Una line-up completamente nuova per l’Alfa Romeo Sauber nella stagione 2022 di Formula 1. Il team di Hinwil ha optato per Valtteri Bottas per rimpiazzare Kimi Raikkonen e Guanyu Zhou al posto di Antonio Giovinazzi. Tra i candidati al sedile lasciato libero dall’italiano c’era anche il nome di Theo Pourchaire. Il giovane milita attualmente in Formula 2, chiudendo la stagione 2021 con il quinto posto finale, diventando il vincitore più giovane di una gara della categoria. Pourchaire Alfa Romeo

Tuttavia, l’esperienza di Zhou rispetto al diciottenne francese ha prevalso. Frederic Vasseur ha spiegato quali sono state le perplessità che hanno spinto l’Alfa Romeo a non considerare il talento della sua Academy: “Ha vinto questa stagione a Monaco ma… la macchina è così complessa e abbiamo solo sei giorni di test prima che inizi la stagione. Ciò vuol dire che sarebbe stato troppo rischioso e impegnativo fare il passo adesso dal mio punto di vista. È molto meglio concentrarsi sul campionato in F2 e poi vedremo il futuro. Ha fatto una fantastica stagione d’esordio in F2… ma dobbiamo anche tenere a mente che 18 mesi fa era in F4 e che il passo verso la F3 è stato enorme”.


Leggi anche: F1 | Mick Schumacher: “Tutti vincerebbero su una Mercedes? Sarebbe da arroganti dirlo”


Pourchaire sarà quindi per una seconda stagione consecutiva in F2, ancora con la ART Grand Prix. L’obiettivo del francese sarà chiaramente vincere il titolo dopo una promettente stagione da rookie. Le vittorie a Monaco e Monza e il podio a Sochi sono stati i momenti migliori della sua stagione. A questi piazzamenti è mancata però la costanza necessaria per inserirsi già quest’anno nella battaglia per conquistare la vittoria del campionato.

Inoltre, nel 2021 Pourchaire è stato protagonista di un test con la Alfa Romeo del 2019 all’Hungaroring (in copertina). Vasseur afferma che avrà altre opportunità di girare su una vettura di F1 nel corso dell’anno: “Theo farà sicuramente delle FP1. Faremo delle sessioni di test in cui cercheremo di prepararlo per il futuro. Ma ancora una volta, quando fai il campionato in F2, la cosa più importante è vincere il campionato e non preparare il futuro o cose del genere; e gli chiederò di essere campione in F2”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.