F1 | Alonso al termine del filming day con Renault: “La macchina oggi ha fatto meglio di me, c’è del potenziale”

La giornata di filming day con la Renault ha permesso ad Alonso di riprendere confidenza con una monoposto di F1: ecco i commenti dello spagnolo.

alonso filming day renault

Fernando Alonso torna in pista con una monoposto di Formula 1: lo spagnolo ha avuto l’opportunità di effettuare un filming day con la Renault 2020 sul tracciato di Barcellona.

La vettura di Ricciardo e Ocon ha accolto questa mattina il campione asturiano. I 100 km al Montmelò hanno permesso ad Alonso di esercitarsi in vista del ritorno ufficiale in F1 l’anno prossimo.

Un martedì mattina impegnativo per il due volte campione del mondo che ha ammesso di essere ancora in fase di riadattamento. L’ex McLaren e Ferrari si è anche mostrato piacevolmente colpito dalla vettura, testata oggi per la prima volta.

Le parole al termine della mattinata in pista

“Sono molto felice di essere salito di nuovo in macchina, anche se solo per 100 km”, ha detto Alonso. “Mi hanno aiutato – continua – a godermi di nuovo la F1, sono felice di essere con la squadra che per me è come una famiglia“.

“Questa giornata di riprese è stata molto utile per abituarmi di nuovo alle sensazioni di una monoposto di Formula 1. Non è stato facile, la macchina ha fatto meglio di me, anche se sono migliorato ad ogni giro”.

“Abituarsi nuovamente alla F1 – dice lo spagnolo – non è facile, c’erano inoltre anche telecamere e droni”.

Alonso è rimasto soddisfatto dalla monoposto, con la quale si è trovato subito bene: La macchina ha potenzialità e margini di miglioramento, ho avuto un buon feeling“.

“Abituarmi alla Formula 1 per me è più facile che adattarmi a IndyCar o Dakar, ho guidato in F1 per tantissimi anni. Mi mancano ancora i riferimenti dei punti di frenata, le curve arrivano molto velocemente e devo essere più pronto”, ha sottolineato Fernando al termine della mattinata.

“Ci sono tante cose che devo fare per tornare pronto. Devo rimettermi completamente in forma, devo allenare soprattutto il collo. Inoltre bisogna lavorare sul sedile, sui pedali e sul rapporto con gli ingegneri, per arrivare a capirci con uno sguardo. Useremo i mesi che ci separano dal 2021 per queste cose, ha confidato Alonso.

Le aspettative in ottica futura

Lo spagnolo inoltre è ottimista per il 2021, ma non si sbilancia e tiene i piedi per terra, ben sapendo che non sarà facile ridurre il gap tra top team e midfield.

“Ovviamente da casa guardo sempre le gare. La squadra – dice Alonso – mi ha dato un computer dove posso vedere gli onboard di Esteban e Daniel e posso ascoltare i team radio. Agli incontri sono presente e so cosa succede durante il weekend. C’è energia positiva e abbiamo una grande squadra: si può fare bene“.

“Gli ingredienti per fare bene ci sono, tutti in squadra hanno grandi aspettative per i progressi di quest’anno. Le regole saranno però queste fino al 2022, i valori in campo e i distacchi tra Mercedes e gli altri saranno simili nel 2021. Dobbiamo continuare a lavorare”, conclude Alonso al termine della sessione di filming day con Renault.

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | Vettel: “Schumacher rimane il migliore di sempre nonostante il record di Hamilton”

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.