F1 | Alonso e Ocon in cerca di risposte dopo il difficile weekend di Austin

Fernando Alonso ed Esteban Ocon sperano che Alpine riesca a trovare delle risposte sul perché entrambe le monoposto siano state costrette al ritiro ad Austin.

alonso ocon austin
Foto: @AlpineF1Team

Entrambi i piloti Alpine si sono ritirati dal Gp di Austin per problemi alla parte posteriore della monoposto. La gara di Ocon era già partita in salita a causa di un contatto con l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi. Anche Alonso si è trovato in difficoltà a superare le due Alfa mentre combattevano per la Top-10.

È stata la prima volta a partire da Monza che nessuna delle due Alpine è riuscita a raggiungere il Q3. Tuttavia, il due volte campione del mondo Alonso spera che il team riesca a trovare una risposta sul perchè entrambe le monoposto abbiano faticato così tanto ad Austin.

Speriamo di riuscire a trovare qualche risposta. Credo che in gara la macchina fosse molto più competitiva, ero decisamente più veloce di Alfa Romeo, Aston Martin e anche di Tsunoda.”

Nelle prove libere non eravamo veloci come oggi. C’è stato un bel passo avanti  in gara ma non eravamo veloci come a Sochi o come in Turchia, dobbiamo continuare ad analizzare i dati”, spiega l’asturiano.

Alonso ha terminato la sua intervista parlando della qualità della pista: “Probabilmente è colpa degli avvallamenti, le sospensioni sono molto specifiche date le caratteristiche della pista di Austin. Non abbiamo trovato il giusto setting, cercheremo di analizzare i dati e di essere nella nostra miglior forma in Messico.


Leggi anche: F1 | Domenicali sorpreso dal sondaggio sul pilota preferito dai fan:Strano non sia Hamilton


Ocon ha aggiunto che non si sarebbe aspettato una prestazione così negativa. Ad Austin è terminata la striscia positiva per il team francese, una striscia di risultati positivi che continuava da ben 15 gare: “Non ci aspettavamo una prestazione così negativa. Abbiamo dovuto combattere con la macchina durante le prove libere, per questo siamo riusciti a migliorare in ogni sessione.”

Le qualifiche non sono andate bene come ci aspettavamo ma almeno abbiamo migliorato molto dalle FP1. In gara invece abbiamo faticato nuovamente. Dobbiamo analizzare i dati e tornare più forti di prima. Credo che questo tracciato sia unico nel suo genere, è molto complicato rispetto a tutti gli altri. È molto sconnesso. Ci sono molti aspetti da migliorare.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter