F1 | Alonso: “essere il pilota più anziano sarà un vantaggio nel 2022”

Fernando Alonso, pilota di F1 del team Alpine, considera la sua età e l’esperienza come un vantaggio

F1 Alonso
Fernando Alonso, Alpine 2021. Fonte: Planet F1.

Il pilota spagnolo ha compiuto 40 anni lo scorso luglio e con il suo coetaneo Kimi Raikkonen è il pilota più anziano in griglia, davanti al 37enne Lewis Hamilton.

Alonso ha fatto il suo debutto in F1 con la Minardi nel 2001. Ha saltato la stagione 2002 perché prestava servizio come collaudatore Renault e si è preso una pausa dalla F1 dopo la sua ultima stagione con la McLaren nel 2018, prima di tornare in Alpine nel 2021.

Ha citato la sua conoscenza degli pneumatici da corsa a basso profilo acquisita durante il Campionato del mondo Endurance con la Toyota nel 2019 e nel 2020 come esempio specifico dei vantaggi della sua lunga carriera.

Con l’età, mi sento bene, onestamente mi sento in vantaggio“, ha dichiarato quando Autosport gli ha chiesto della sua nuova posizione come pilota senior di F1.

Quando arrivo su un circuito, conosco i circuiti. Ora tutti stanno testando questo pneumatico da 18 pollici e conosco molto bene questi pneumatici del WEC.”


Leggi anche: F1 | Budkowski lascia Alpine con effetto immediato


C’è esattamente lo stesso comportamento sulle gomme e lo stesso modo in cui devi guidare con queste gomme, che è molto diverso. Quindi tutte le cose che sto affrontando, per le altre persone sono per la prima volta, e per me è una seconda o terza volta. Quindi questo è buono“.

Alonso ha riconosciuto che continuare a correre ai massimi livelli richiede alcuni sacrifici, soprattutto con il fitto calendario dell’era attuale. La stagione 2022, la sua 18a come pilota di F1, vedrà il record di 23 Gran Premi.

L’unico problema di essere più grandi è che devi avere la motivazione per iniziare una stagione in cui ti mancheranno 300 giorni all’anno“, ha affermato. “Devi avere quella voglia, devi avere quello stile di vita che ti permetta di dedicarti a questo sport.”

A parte questo, tutte le altre cose sono vantaggi. Quindi, poiché sono in un momento della vita in cui voglio dedicare il mio momento alla F1, è fantastico. Penso di vedere solo vantaggi.”

E poi, fisicamente, penso che le vetture di oggi non siano molto impegnative. Penso che nel 2004-2005, forse l’età fosse un limite“.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Wolff: il ritiro di Hamilton sarebbe “un atto di accusa” per la F1

mm

Chiara Russo

Classe 1996, grande appassionata di Formula 1 e MotoGP. Mi piace parlare di sport per trasmettere la mia passione alle altre persone.