F1 | Alonso in Bahrain per i test Pirelli con la McLaren

Fernando Alonso guiderà la McLaren di Formula 1 del 2019 per la prima volta nei test che seguiranno il GP del Bahrain tra il 2 e il 3 aprile.

Alonso, McLaren F1 Team, ©️ Getty Images

Il (non) letargo di Fernando

Dopo aver lasciato il posto da pilota titolare in Formula 1 alla fine dello scorso anno, i test Pirelli in Bahrain saranno la prima volta in cui Fernando ritornerà nell’abitacolo di una Formula 1.

In questo tempo trascorso non è di certo rimasto a oziare: è stato nominato Ambasciatore McLaren Racing e poi ha vinto la 24 Ore di Daytona in sella al prototipo Cadillac DPi-V.R con la Wayne Taylor Racing. E in America si è riaffermato ancora, vincendo la 1000 Miglia di Sebring con la Toyota Gazoo Racing e consolidando la leadership del campionato Endurance. Ha anche provato qualcosa di veramente nuovo: nei giorni scorsi ha testato la Toyota Hilux che ha corso il Rally Dakar 2019. In tutto questo, sta anche preparando la 500 Miglia di Indianapolis con McLaren e Chevrolet.

Alonso, TOYOTA GAZOO Racing, ©️twitter.com/Toyota_Hybrid

Alonso e la Formula 1 oggi

Tornando alla Formula 1, il suo compito sarà attenersi al programma Pirelli per lo sviluppo degli pneumatici. Nella prima vettura lui correrà in entrambi giorni, tranne il mercoledì mattina in cui lascerà spazio a Carlos Sainz. Nella seconda vettura la McLaren potrà testare setup e gomme a piacere e vi si alterneranno Sainz e Lando Norris.

Le scuderie potranno usufruire di altri due giorni di test dopo il GP di Spagna sul circuito del Montmelò. Almeno in due giorni su quattro totali ci sarà bisogno di far correre un pilota che abbia corso al più due gare (e Lando Norris potrà soddisfare questi requisiti in Bahrain). Il che significa che al Montmelò presumibilmente ci saranno Sainz, Norris e un altro giovane. Fernando potrebbe ritornare ai test Pirelli che seguiranno il GP di Abu Dhabi a dicembre.

E a questo proposito, pare che Alonso non voglia farsi sfuggire queste occasioni. Aveva infatti dichiarato che in condizioni a lui favorevoli potrebbe ritornare in Formula 1 e;i test sono una grande opportunità per restare al passo con i cambiamenti di questo sport. Non solo: c’è anche l’opportunità di rimanere ancor più in contatto con la McLaren, aiutandoli così nello sviluppo delle vetture sia di questa stagione che della prossima.

Alonso, McLaren F1 Team, ©️ Autosprint

Grande attesa per i test

La sua presenza aggiunge ulteriore interesse a questa due giorni di test. Aveva già raccolto clamore la notizia di Mick Schumacher che guiderà per la prima volta una Ferrari, inseguendo le orme del padre Michael. Inoltre è arrivato anche l’annuncio da parte di Red Bull del fatto che il vincitore del GP di Macao 2018 di Formula 3, l’inglese Daniel Ticktum, prenderà parte a questi test insieme a loro.