F1 | Alonso: “La FIA non dovrebbe concentrarsi sui burnout”

La FIA dovrebbe essere più attenta su questioni come i track limits rispetto al modo di celebrare dei piloti, come il burnout di Verstappen, secondo Fernando Alonso.

Alonso burnout
Foto: Antonin Vincent / DPPI

Fa ancora discutere il modo in cui Max Verstappen ha festeggiato la vittoria del Gran Premio di Stiria al momento di tagliare il traguardo. L’olandese è stato protagonista di un breve burnout una volta presa la bandiera a scacchi davanti agli occhi dei suoi meccanici. Il direttore di gara Michael Masi non ha digerito questo tipo di esultanza per ragioni legate alla sicurezza. L’australiano ha così avvisato i team che questa manovra non sarà più tollerata. Alonso burnout


Leggi anche: F1 | Verstappen sul burn-out: “Non lo farò più. Pensavo fosse divertente e sicuro”


Fernando Alonso ha deciso di schierarsi a favore di questo tipo di celebrazioni, esprimendo il proprio parere in merito nel corso della conferenza stampa del Gran Premio d’Austria.

“Mi piace quando puoi essere te stesso, e penso che questo burnout sia stato bello da guardare.” ha spiegato Alonso. Anche a volte con i donuts ad Abu Dhabi, penso che ai fan piaccia, e si vedono molti video di quei momenti, dai social media, ecc. Quindi ai fan piace”.

Il due volte Campione del Mondo sostiene quindi che la FIA debba mettere la lente di ingrandimento su altre cose piuttosto che sui burnout. Tra questi ci sono i track limits ed è lo stesso Alonso a fare un esempio: “Penso che la FIA debba controllare di più i track limits, in particolare in curva 1. Sono stato l’unico in grado di fare una mossa in curva 1 alla partenza [lo scorso fine settimana]; le due vetture che ho superato hanno mancato l’apice e sono tornati in pista davanti a me”.

“Non c’è nessun avvertimento in merito, quindi ci sono cose che sicuramente possiamo migliorare anche tramite il punto di vista dei tifosi.” conclude lo spagnolo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.