F1 | Alonso: “La Formula 1 deve essere rigorosa nel far rispettare le regole, faccia come il calcio”

Fernando Alonso pensa che la Formula 1 debba essere rigorosa nel far rispettare le sue regole, così come fa il calcio con i rigori. Il pilota dell’Alpine torna a parlare della decisione presa dai commissari in merito all’episodio che lo ha visto protagonista nel GP degli USA con Räikkönen.

Alonso regole Formula 1
Credits Fernando Alonso Facebook

Per Fernando Alonso in Formula 1 le regole non sono per tutti uguali. Alonso non condivide la decisione dei commissari che hanno permesso a Räikkönen di uscire fuori pista per completare il sorpasso sullo spagnolo durante il Gran Premio degli USA.

Alonso ha anche sottolineato ancora una volta che gli incidenti vengono trattati in modo diverso a seconda di chi è coinvolto. Al termine della gara, lo spagnolo aveva fatto notare che alcuni rivali se la cavano, mentre altri per le stesse azioni vengono puniti.

La battaglia tra Alonso e Raikkonen

Nella loro battaglia per il decimo posto, Räikkönen è riuscito a completare il sorpasso su Alonso, superando il track limits. Secondo gli steward Räikkönen è stato costretto ad allargarsi, perché Alonso non gli stava lasciando abbastanza spazio.

Alonso non è d’accordo: non capisce perché i commissari non hanno punito il finlandese, invece in altri episodi simili i piloti hanno dovuto restituire la posizione. Non è la prima volta  che i commissari  sono accusati di incoerenza per le loro decisioni.

Ma Alonso insiste sul fatto che per lui il codice di condotta è chiaro, l’unica cosa che manca al momento è l’applicazione coerente delle regole da parte della FIA.

Le dichiarazioni di Fernando Alonso

Alla domanda di Motorsport.com se riteneva che i piloti di F1 avessero bisogno di linee guida più chiare, Alonso ha detto: “No, non penso che abbiamo bisogno di nulla. La regola è molto chiara. Abbiamo solo bisogno di mettere in atto le regole. Penso al calcio: se si tocca la palla dentro l’area con una mano, è rigore. Quindi non c’è bisogno di chiarire la regola”.

Devi solo prendere la decisione e dire che con il rigore si punisce questa azione. Perché in caso contrario, tutti, all’interno dell’area, prenderanno la palla con la mano. Non abbiamo bisogno di alcuna modifica. Abbiamo solo bisogno di attuare le regole quando si verifica [un reato]”.

Il direttore di gara della F1 Michael Masi ha annunciato che ne parlerà con i piloti nella prossima gara.

Alla domanda se riteneva che le decisioni della FIA fossero più incoerenti ora di quanto non lo fossero in passato, Alonso ha detto: “Immagino di sì, perché dipende da chi lo fa. A Sochi sono andato largo in curva 1. In Turchia, il giovedì, abbiamo affrontato questo argomento”.

“Qui, senza costringere le persone ad allargarsi, c’erano tre macchine in curva 1 che uscivano dalla pista, volontariamente. Quindi vediamo se in Messico ne parleremo, o va tutto bene, perché Fernando non ha fatto nessuna azione fuori pista”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.