F1 | Alonso sul DRS: “Indispensabile per evitare gare noiose”

Fernando Alonso crede che la F1 avrà sempre bisogno del DRS che, seppur facilita i sorpassi, rende le gare meno noiose e più divertenti da guardare

F1 Alonso DRS
Fonte: Twitter Fernando Alonso

Fernando Alonso crede che la F1 avrà sempre bisogno del DRS per evitare gare noiose e a “trenino”. Il sistema del DRS (Drag Reduction System) è stato introdotto nel 2011 ed ha portato molti più sorpassi nel corso di un campionato di F1. La sua introduzione fu necessaria quando, lo stesso Alonso, fu protagonista di una gara completamente negli scarichi della Renault di Petrov nel corso del GP di Abu Dhabi del 2010. Un GP che avrebbe potuto dargli il suo terzo titolo iridato e il primo in Ferrari, ma, senza DRS, non riuscì a completare il sorpasso ed avanzare in classifica. Da quella gara la F1 ha ideato proprio il DRS. Un’ala posteriore che alla sua apertura riduce la resistenza aerodinamica della vettura, agevolando i sorpassi.


Leggi anche: F1 | Hamilton torna sulla lotta con Verstappen: “Sarà dura. Dobbiamo cercare di vincerle tutte”


Ormai sono passati dalla 10 anni dalla sua introduzione ed il numero di sorpassi in una stagione è aumentato esponenzialmente. Molti fan criticano questo sistema creato da F1, definendo i sorpassi “artificiali”. Secondo molti, infatti, sarebbero dovuti più al “premere un bottone” (sempre a 300 km/h) che all’effettiva bravura del pilota nel cercare di sorprendere l’avversario.

Fernando Alonso non sembra d’accordo con ciò, ed infatti dichiara: Penso che ne avremo sempre bisogno in F1. Alcune volte i sorpassi sembrano facili e banali, ma dalla macchina non lo sono per niente. Se si guarda al passato, le gare erano molto più noiose e con pochi sorpassi, con il DRS ce ne sono molti di più. Questo strumento è necessario per via della complessità aerodinamica delle monoposto di F1 che non permette di stare attaccati ad altre macchine per molti giri. Il DRS credo che sarà utile e rimarrà in F1 anche nel futuro.”

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter