Pubblicato il 29 Settembre, 2020 alle 23:12

F1 | AlphaTauri non digerisce la sconfitta: “Ferrari era più lenta, davanti a noi solo per la regola delle gomme”

Franz Tost, ai microfoni di Racefans.it, è parso piuttosto contrariato in merito alla sconfitta subita da Ferrari in Russia: secondo il team principal di AlphaTauri, questo è stato possibile solo grazie alla regola degli pneumatici del Q3

AlphaTauri ha ormai preso l’abitudine a concludere davanti a Ferrari e quando questo non capita va a caccia delle ragioni. Franz Tost, team principal del team di Faenza, sembra non aver digerito la sconfitta nel GP di Russia, gara nella quale Leclerc, pur essendo “più lento”, è riuscito comunque a chiudere in sesta posizione, due piazze davanti all’8° conquistata da Kvyat. Ferrari AlphaTauri Russia

“Ferrari più lenta, davanti solo per la regola del Q3”

Ai microfoni di Racefans.net, Tost ha spiegato come la regola degli pneumatici, secondo la quale chi si qualifica in Q3 deve scattare con la medesima gomma utilizzata in Q2, abbia estremamente avvantaggiato Leclerc e messo in difficoltà l’AlphaTauri.”

Devo dire che c’è poca differenza tra il partire 9° o 10°, racconta Tost. “Sarebbe stato praticamente meglio qualificarsi 11° e partire con le Medie”.

Cioè, guarda cosa ha fatto Leclerc. Ferrari era più lenta di noi, ma ha avuto quel grande vantaggio di iniziare con le gomme Medie. E così facendo ha potuto restare in pista molto più tempo, creandosi quel gap su Pierre [Gasly, ndr] prima di mettere le gomme Hard. Poi si è perso nel traffico anche lui. Questo è perchè Leclerc è arrivato davanti a noi.”

La gara di Gasly oltretutto sembrava essere stata compromessa dalla squadra in occasione della VSC inserita per riparare gli indicatori in polistirolo centrati da Grosjean. Il team ha deciso di fermare Gasly per sfruttare la situazione, ma il regime di Virtual Safety Car è durato meno di mezzo minuto: il francese si è quindi ritrovato nel traffico, ma grazie al set di gomme soft appena montato è riuscito comunque a recuperare posizioni su Albon e Norris, concludendo così nella medesima posizione che occupava prima del pit stop.

Gasly era addirittura riuscito a conquistare il giro veloce, ma Bottas ha immediatamente migliorato il record strappandoglielo all’ultimo giro.

Seguici anche su Instagram

F1 | Mika Salo rischia il licenziamento dopo i fatti di Sochi ma minimizza: “Tutte stronzate”


Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.