F1 | Alpine affidabile ma troppo lenta per il Q3? Le incertezze di Alonso sul 2021

Secondo alcune indiscrezioni Fernando Alonso sarebbe titubante circa le possibilità della Alpine di raggiungere obiettivi importanti nel 2021.

alonso alpine 2021

Alpine, emanazione di Renault, si appresta ad affrontare il nuovo mondiale dopo un 2020 positivo, concluso al quinto posto costruttori, condito da due podi ottenuti da Ricciardo al Nurburgring e ad Imola. L’australiano, approdato in McLaren, ha lasciato il posto al rientrante Fernando Alonso il quale, sentito dal giornalista Antonio Lobato, ha confidato alcune sensazioni sulla nuova Alpine 2021: “Ho avuto l’opportunità di sentire Fernando dopo i test”.

Secondo il giornalista spagnolo, il bicampione iridato non ha perso il proprio carattere leonino: “Nonostante l’incidente e gli anni che passano, Alonso è come un toro”.

Lobato continua raccontando il proprio confronto con l’ex Ferrari e McLaren, soffermandosi sulle prestazioni della nuova monoposto dell’asturiano. “Alpine ha un’ottima affidabilità”, afferma il giornalista, che continua: “Ho indagato un po’ con Fernando e mi ha detto che il lavoro è stato completato, ma che sono <<un poco lenti>>. Entrare in Q3 sarà costoso ed impegnativo per Alpine“, ha concluso Lobato.

Il mondiale prenderà il via in Bahrain a fine marzo e svelerà le carte in tavola. Durante i tre giorni di test il team transalpino è stato il quarto nella graduatoria di giri completati. Alonso e Ocon sono passati sul traguardo complessivamente 396 volte. I due ragazzi Alpine sono dietro solamente ai 422 giri di AlphaTauri ed Alfa Romeo ed i 404 giri della Ferrari.

La nuova monoposto con il tricolore francese sulla livrea ha fatto discutere gli appassionati per il proprio cofano voluminoso. Scopriremo tra pochi giorni il reale potenziale dei team: l’appuntamento è per sabato 27 marzo, giorno delle prime qualifiche stagionali.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.