F1 | Alpine intende chiarire con la FIA i motivi della penalità ricevuta da Alonso nel Gp di Miami

Alpine ha tutte le intenzioni di indagare a fondo i motivi che hanno portato la FIA ad infliggere ad Alonso la seconda penalità durante il Gp di Miami.

Alonso Szafnauer Alpine
Fernando Alonso in compagnia di Szafnauer – Credits: PlanetF1.com

Una penalità “ingiusta”. Alpine è sicura che la punzione inflitta dai commissari a Fernando Alonso al termine del Gp di Miami sia del tutto priva di fondamento ed intende chiarire l’episodio con la FIA al più presto. Lo spagnolo, infatti, ha ricevuto due penalità di cinque secondi al termine della corsa, facendolo precipitare in undicesima posizione alle spalle di Albon. La seconda, in ordine cronologico, di queste sanzioni, ossia quella contestata da Alpine, ha visto il due volte campione del mondo accusato di aver tratto vantaggio dall’essere uscito dal tracciato in curva 14 durante la fase conclusiva della gara.

Sul punto il Regolamento è piuttosto chiaro, nessun pilota deve ottenere un vantaggio fuori dalla pista. “Se una vettura esce dalla pista, il pilota può rientrare, ma ciò può avvenire solo quando è sicuro farlo e senza ottenere alcun vantaggio. Ad assoluta discrezione del direttore di gara, un pilota può avere l’opportunità di restituire qualsiasi vantaggio ottenuto abbandonando la pista“, recita infatti il Regolamento FIA.


Leggi anche: F1 | Alonso: “Un nuovo team guidato da Andretti in Formula 1? Sarebbe una grande notizia”


Il Team principal della squadra francese, Otmar Szafnauer, non è affatto convito della penalità ricevuta dal suo pilota. Il manager statunitense ritiene, infatti, difficile quantificare il vantaggio ottenuto da Fernando con quella manovra. Lo spagnolo, difatti, non ha superato alcuna vettura e dunque la squadra non ha potuto dare alcuna indicazione chiara ad Alonso su quanto avrebbe dovuto rallentare. Se a ciò si aggiunge la circostanza per cui la penalità è arrivata solo a gara conclusa, Szafnauer ritiene di avere tutte le ragioni per poterne discutere con i commissari.

Dobbiamo parlarne con la FIA al prossimo Gran Premio. Bisogna fare chiarezza su questo tema. Abbiamo bisogno di un modo per capire quanto far rallentare i piloti“, ha dichiarato Szafnauer a Motorsport.com.

Se si esce dalla pista e si ottiene un vantaggio sorpassando una vettura allora è facile: si deve restituire la posizione“, ha proseguito.

Ma in questo tipo di situazione, in cui tutti sono dietro di te, come puoi sapere cosa fare? Hai bisogno di un feedback immediato da parte dei commissari e penso che sia stato totalmente ingiusto penalizzarle Fernando dopo fine della gara“, ha chiarito.

Gli altri piloti si trovavano dietro di lui e hanno finito la gara dietro di lui. Non ha alcun senso penalizzare un pilota che si trova davanti. Se ha ottenuto un vantaggio, allora è sufficiente fargli restituire quel piccolo margine. Non è certo necessario infliggere una penalità di cinque secondi solo per aver guadagnato tre o quattro decimi”, ha concluso Szafnauer.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Jacopo Moretti

Studente di Giurisprudenza, classe 1998. Appassionato di Formula 1 e del Motorsport.