F1 | Analisi passo gara FP2 GP d’Austria: la Mercedes vola, Ferrari e Red Bull inseguono

Nelle simulazioni di passo gara effettuate dai team nelle FP2 in Austria, la Mercedes risulta la macchina da battere. Ferrari e Red Bull più staccate a giocarsi il podio. E occhio alla Racing Point..

passo gara austria
L’analisi delle prestazioni dei team nelle FP2 del GP d’Austria

Ci siamo. Finalmente è ritornata la Formula 1 e, come di consueto, è tempo di analizzare le simulazioni di passo gara effettuate nelle FP2 del GP d’Austria. Dando una prima occhiata ai tempi segnati dalle varie squadre, la Mercedes vola e sarà dura tenere il passo per i rivali.

La sorpresa (ma neanche tanto) della sessione è la Racing Point. Il ritmo mostrato dal team britannico è di tutto rispetto e l’impressione che per il gradino più basso del podio sarà una lotta con Max Verstappen. Dietro le Ferrari di Vettel e  Leclerc insieme alla Red Bull di Albon.

passo gara
Nel grafico, le prestazioni dei tre top team nella simulazione di passo gara delle FP2

Nuova Mercedes, solita storia: sono loro quelli da battere

La nuova stagione è partita come è finita quella precedente: le Mercedes restano davanti a tutti. Sia Lewis Hamilton che Valtteri Bottas hanno simulato il primo stint su gomme soft e i loro tempi sono fantastici. Entrambi sono stati  constantemente sull’ 1:08 medio alto per salire sull’1:09 solo sul finale. Nel secondo stint Hamilton ha fatto la differenza stampando, su gomme medie, tempi in sequenza sul 1:08 basso. Bottas, a parità di gomma, bene ma più lento Hamilton, girando costantemente sull’1:08 alto.

passo gara
Le prestazioni dei piloti nelle FP2 sulle mescole soft

Racing Point (o Mercedes?) in lotta per il podio

Probabilmente tutti si aspettavano di vederla li, a lottare con i grandi. Ed effettivamente, dai dati raccolti, la Racing Point sarà della festa. Perez e Stroll hanno simulato entrambi due stint soft-medie e i risultati sono da podio. Soprattutto il messicano sembra candidarsi a lottare per il podio, che parte nel primo stint girando sull’1:08 alto per arrivare sul 1:09 medio basso al pit stop. Con le medie, però, da il meglio di se, segnando tempi migliori addirittura di Bottas e Verstappen. Stroll un po’ più staccato di qualche decimi, ma comunque autore di una buona simulazione.

La Red Bull è li per il podio con Verstappen, più indietro Albon

Anche in casa Red Bull, lavoro simile per entrambi i piloti, con una simulazione soft-media. Tempi costanti per Verstappen nel primo stint, tra l’1:08.800 e l’1:09 basso, buoni per lottare per il podio con le Racing Point. Nella seconda fase di gara, su gomme medie, l’olandese è dietro anche a Perez, segno che sarà una lotta serrata tra loro. Più staccato Albon, con mezzo secondo circa di ritardo dal compagno di squadra a parità di mescola

passo gara austria
L’analisi del secondo stint dei piloti su gomme Medie

Lavoro a specchio in Ferrari: luci e ombre per la Rossa

Lavoro da comprendere in casa Ferrari. Leclerc prova la partenza su gomma soft, ma con scarsi risultati, con un ritmo intorno all’1:09.500, indietro agli altri. Meglio nel secondo stint con la hard, sul ritmo dell’1:09.00, quasi in linea con Bottas e Verstappen con una mescola di svantaggio. Per Vettel, invece, inizio insolito di run con gomma hard sul piede dell’1:09 medio alto ma abbastanza costante. Nel secondo stint su soft, il tedesco sembra indietro con una mescola di vantaggio sugli altri. Nessun dato sulla gomma media per la Rossa.

Seguici su Instagram e Facebook

F1 | Ferrari preoccupa già nelle libere in Austria? Le nostre indiscrezioni

 

 

Francesco Maggio

Appassionato di Formula 1 sin da bambino. Michael Schumacher e Fernando Alonso i miei idoli.