F1 | Analisi passo gara FP2 GP d’Italia: supremazia Mercedes, Ferrari ancora in difficoltà

Le simulazioni di passo gara delle FP2 del GP d’Italia confermano la leadership delle Mercedes, davanti al resto del gruppo. Renault prima degli altri, male ancora le Ferrari

passo fp2 italia
Le simulazioni di passo gara in queste FP2 del GP d’Italia. Grafico di Francesco Ghiloni per F1INGENERALE

Il secondo turno di prove libere del Gran Premio di Monza si è concluso con Lewis Hamilton davanti a tutti (1:20.192), Valtteri Bottas secondo (+0.262) e Lando Norris (+0.897) a completare il terzetto. Migliorano le Ferrari nelle simulazioni di qualifica rispetto a Spa, con Charles Leclerc che si piazza al nono posto (+1.311) e Sebastian Vettel dodicesimo (+1.541).

I piloti hanno sfruttato queste FP2 per simulare il proprio passo in vista del GP d’Italia di domenica. La Mercedes ha mostrato (nuovamente) i muscoli. Per la terza piazza del podio il favorito e Max Verstappen, ma occhio alle Renault. Prestazioni simili, invece, nel midfield, con le Ferrari ancora in difficoltà rispetto al resto del gruppo.

I tempi fatti segnare in questa simulazione di passo gara dai vari piloti

Lotta in casa Mercedes per la vittoria, Ricciardo insidia Verstappen per il podio

Sia Hamilton, che Bottas e Verstappen simulano il primo stint montando gomma soft. Ottime le Mercedes, con Bottas che dopo esser sceso sull’1:23.800 gira sul ritmo dell’1:24 alto – 1:25, mentre Hamilton tiene il passo dell’1:24 e mezzo. Poco più dietro Verstappen, sull’1:24.800 – 1:25, con Ricciardo possibile antagonista dell’olandese che lo segue a meno di mezzo secondo.

Per la seconda parte di gara, Bottas e Verstappen optano per la hard, Hamilton e Ricciardo per la media. Il migliore è il finlandese che  inanella giri sull’1:23 alto, al pari del compagno di squadra però su gomme più morbide. Poi sorpresa Ricciardo che tenendo il ritmo dell’1:24 basso è più veloce di SuperMax, sul piede dell’1:24 e mezzo con una mescola di svantaggio.

 

Nel grafico, il passo mostrato dai top team, con Ricciardo possibile sfidante per il podio

Nel midfield valori molto vicini tra i piloti, con le Ferrari che soffrono più degli altri

Ad eccezione di Leclerc che simula la prima parte di gara su gomme medie, il resto del gruppo preferisce la soft per la partenza. Nessuna simulazione per Norris. Il più veloce è sicuramente Ocon che girando sull’1:25 basso guida il gruppo, seguito da Carlos Sainz, dalle due AlphaTauri e da Albon a circa tre decimi. Tempi simili per Ferrari e Racing Point, sull’1:25 alto – 1:26.

Il passo dei team del midfield mostrato nella simulazione del primo stint

Per il secondo stint, Ocon e Racing Point su gomme medie, Leclerc unico su soft, il resto su hard. Gasly termina anticipatamente per noie alle sospensioni posteriori. Il francese della Renault non riesce a replicare il passo del proprio compagno di squadra ed è in lotta con la McLaren di Sainz, girando sull’1:24 alto. Lotta tra Albon, Kvyat e le Racing Point, sul passo dell’1:25 basso ma con le “pantere rosa” su mescola teoricamente più prestazionale. Meno competitive le Ferrari, con il monegasco che con gomma più tenera gira sull’1:25 e mezzo e il tedesco, sul pneumatico a banda bianca, tre decimi circa più indietro.

Il passo dei team del midfield mostrato nella simulazione del secondo stint

Seguici anche su Instagram e su Telegram

F1 | Binotto sul caso Racing Point: “Ferrari non molla. Se fossi stato in Mercedes avrei protestato”

Francesco Maggio

Appassionato di Formula 1 sin da bambino. Michael Schumacher e Fernando Alonso i miei idoli.