F1 | Analisi passo gara FP2 GP Gran Bretagna: Mercedes e Verstappen davanti, la Ferrari arranca

Le simulazioni di passo gara delle FP2 del GP di Gran Bretagna confermano le Mercedes davanti a tutti, con Verstappen possibile insidia. Indietro Ferrari e Racing Point.

passo gp bretagna

Con la conclusione delle FP2 del GP di Gran Bretagna, chiuse con Lance Stroll in testa seguito rispettivamente da Alexander Albon e Valtteri Bottas, è tempo di analizzare le simulazioni di passo gara dei team in pista. Come ormai da copione, le Mercedes sono parse le più veloci del gruppo, con il solo Verstappen ad aver possibilità di lottare con loro. Meno performanti le Racing Point, a livello di Charles Leclerc e delle due McLaren. Sorprende Ocon su Renault, mentre nessun dato per Albon (fuori per incidente) e Vettel, alle prese con un venerdì difficile.

La Mercedes non brilla in simulazione qualifica, ma il passo gara è convincente

Nonostante abbiano avuto qualche difficoltà sul giro secco, Bottas e Hamilton si confermano i piloti da battere per quanto riguarda il passo gara. Hamilton il più veloce nel primo stint su soft (3 giri), con Bottas subito attaccato a parità di mescola. Strategie diverse, invece, nella seconda parte di gara, con Lewis su hard e Valtteri su medie. Meglio il britannico, che ha girato sul ritmo dell’1:31 alto – 1:32, in linea con il compagno di scuderia ma su mescola più morbida.

Bene Verstappen su Red Bull, unica minaccia possibile per le Mercedes

In casa Red Bull, complice il botto di Albon a metà sessione, Max Verstappen è stato l’unico a simulare il passo gara. L’olandese ha optato per una strategia soft-medie. Solo due giri sulle mescole più morbide per l’olandese che lo mettono poco dietro alle Mercedes, mentre si esalta nel secondo stint girando sull’1:31 medio alto, in linea con Valtteri Bottas. Per la gara, Max c’è e potrebbe essere l’outsider per la vittoria.

passo gp bretagna
I tempi segnati dai Top Team nelle simulazioni a confronto

Meno esaltanti Ferrari e Racing Point, dietro insieme a McLaren e Renault

Giù dal podio, in questo venerdi inglese, troviamo un gran pacchetto di mischia formato da Leclerc, Racing Point, McLaren e Renault. Il ferrarista, sull’unica Rossa ad aver simulato la gara, ha optato per una partenza su gomme medie, girando con un ritmo decisamente altalenante. Partito sul 1:32 alto, è salito fino all’1:34 per poi scendere sull’1:33 basso. Solo un giro, invece, su soft sull’1:31.835.

Il primo stint di Leclerc è in linea con quello delle due Racing Point, di Daniel Ricciardo e delle due McLaren, simulato però su gomme più morbide. Ocon sceglie di partire con gomme hard, simulando una seconda parte di gara con macchina più leggera, tendendo l’ottimo ritmo dell’1:32.500 – 1:33.000. Fanno peggio le due “pantere rosa”, che a parità di gomma sembrano qualche decimo più lente e Carlos Sainz, che su gomme medie, mantiene lo stessa andatura del francese.

passo FP2 bretagna
Simulazioni a confronto tra Ferrari, Racing Point, Renault e McLaren

Seguici anche su Instagram e Telegram

F1 | Liberty Media stringe un accordo con YouTube per trasmettere gratuitamente il GP dell’Eifel

Francesco Maggio

Appassionato di Formula 1 sin da bambino. Michael Schumacher e Fernando Alonso i miei idoli.