F1 | Analisi Passo Gara: le possibilità della Ferrari

Le prime qualifiche dell’anno sono state estremamente deludenti per la Ferrari: Vettel 11° e fuori in Q2, Leclerc solo 7°. Quali sono le possibilità per la Ferrari nel GP d’Austria? L’analisi del passo Gara f1 passo gara Ferrari

Avvio di stagione deludentissimo per la Ferrari: Vettel fuori da una Q2 tesissima, e Leclerc che non riesce ad andare oltre la settima posizione in Q3.

Ieri avevamo confrontato le simulazione di passo gara tra Mercedes, Red Bull, Ferrari e Racing Point. La Rossa si era caratterizzata per non aver usato le medie, e un passo inferiore a quello di Verstappen e delle Mercedes, e in linea con Albon e le due Racing Point. f1 passo gara Ferrari

F1 | Analisi passo gara FP2 GP d’Austria: la Mercedes vola, Ferrari e Red Bull inseguono

Considerando il quarto e l’ottavo posto delle due McLaren di Norris e Sainz, e il 10° di Ricciardo su Renault che partirà davanti a Vettel è interessante rifare un confronto a quattro, stavolta tra Ferrari, McLaren, Renault e Racing Point.

Il passo sulle Soft

f1 analisi passo gara

Tutti gli 8 piloti hanno svolto almeno una simulazione su gomma Soft. Di questi solo Vettel lo ha fatto nel suo secondo stint, giustificando la sua prestazione, calcolata però su 5 giri.

Il grafico a scatola e baffi ci consente di confrontare facilmente la distribuzione dei tempi: i “baffi” sono il minimo e il massimo, La scatola contiene i tempi superiori al 25% più veloce e inferiori al 25% più lento, la linea in mezzo è la mediana. f1 passo gara Ferrari

In questa simulazione svettano le due Racing Point, in particolare Perez che sembra aver più margine degli altri. Leclerc è invece appaiato, più o meno con Sainz, Ricciardo, Ocon e Stroll.

Il passo sulle “Prime”

Il confronto sulle medie

In questo secondo confronto abbiamo tolto Sainz, che non ha effettuato una simulazione con Hard o Medie. I due piloti della Ferrari hanno scelto la gomma Hard, assieme a Ocon, mentre gli altri 4 sono su medie.

È anche qui notevole la consistenza di Perez, non solo più veloce degli altri e delle Ferrari, ma anche in grado di effettuare 6 giri sullo stesso tempo: 1.08.8.

Le Ferrari qui sembrano nettamente migliori rispetto allo stint sulle Soft, con Leclerc secondo dietro a Perez e Vettel che si difende pur con più carburante (almeno in ipotesi). Restano comunque temibili per la rossa Ricciardo e Stroll, considerando le loro posizioni di partenza davanti ai due alfieri di Maranello.

Cosa può fare la Ferrari?

f1 analisi passo gara

La situazione non è certo positiva per la squadra di Binotto: se le due Mercedes e Verstappen, salvo errori sembrano fuori portata, la guerra per la quarta posizione è estremamente agguerrita, e questo deve essere l’obiettivo per la Ferrari.

Albon (5°) aveva mostrato un passo paragonabile a quello delle due Ferrari, ma avrà assieme a Norris (4°) e Perez (6°) il vantaggio di partire davanti ad esse.

La velocità di punta delle Ferrari è certamente molto scarsa, al contrario dello scorso anno, quindi il muretto dovrà puntare su un’accurata strategia.

Leclerc, assieme a Norris, Albon, Stroll, Sainz e Ricciardo partirà sulle Soft, e dovrà quindi effettuare un secondo stint su Medie o Hard.

Vettel, partendo 11° avrà scelta libera, potendo quindi montare Medie (probabile) o Hard al secondo stint.

Va verificata anche la possibilità di più stint sul Red bull Ring, anche se finora nelle simulazioni non c’è stato un vero decadimento delle gomme.

In conclusione la gara di domani si prospetta molto impegnativa, ma allo stesso tempo anche molto divertente, se si riesce a dimenticare la prestazione molto deludente e certamente molto sotto alle aspettative delle due Ferrari.

Seguici su Instagram e Facebook  f1 passo gara Ferrari

F1 | GP Austria – Ferrari disastrosa, Leclerc: “E’ da pazzi, miracoli non ce ne saranno”

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.