F1 Analisi Formula 1 Lorenzo T.
    Pubblicato il 9 Maggio, 2021 alle 12:29

F1 | Analisi Prestazioni in Qualifica dopo il GP di Spagna

Analizziamo dopo 4 weekend di gara le prestazioni in qualifica delle squadre: sul giro secco Mercedes sembra essere davanti a Red Bull come Ferrari nella lotta con McLaren, ma è davvero così?

Le due Mercedes – Foto account Twitter Mercedes-AMG Petronas

Il circus raggiunge la Spagna su quella che è la pista più rappresentativa in termini di prestazioni assolute del calendario. Il verdetto del cronometro vede la Mercedes di Hamilton davanti di un soffio alla Red Bull di Verstappen, a conferma della lotta serrata vista finora nel corso della stagione. Dietro i due top team, Ferrari e McLaren si danno battaglia sul filo dei centesimi.

Mercedes firma il 3 – 1

Sulla carta il team di Brackley è davanti agli austriaci ma la sensazione comune vede ogni pole Mercedes meno scontata rispetto alla passata stagione. Nel confronto tra le due Scuderie emerge come il progetto Red Bull abbia le carte in regola per puntare all’iride. Analizzando i tempi si nota la vettura Campione del Mondo competitiva lungo tutto il circuito catalano sebbene abbia ottenuto il miglior crono solo nel secondo settore.
L’equilibrio progettuale Mercedes è sinonimo di una ricerca della prestazione sotto ogni aspetto, grazie anche ad una power unit che si riconferma la migliore della griglia. D’altra parte, il team austriaco ha dato prova della forza del suo telaio e dell’efficienza aerodinamica nelle curve lente del terzo settore. Mercedes e Red Bull non sono mai state così vicine sul piano tecnico nell’era turboibrida e l’esame di laurea del Montmelò vede gli austriaci ad un passo dalla lode.

Ferrari in crescita

La lotta al terzo posto ha come maggiori interpreti Ferrari e McLaren, con questi ultimi che confermano un trapianto di power unit più che riuscito. A tal proposito nell’analisi dei microsettori la vettura inglese brilla per capacità di trazione in uscita dalle curve. F1 Analisi Qualifica Spagna

Dal canto suo, il team di Maranello si difende con una vettura ben bilanciata con delle ottime velocità minime in curva. L’impressione generale è di una Ferrari più vicina alle vetture color papaya anche se è ragionevole pensare che per sopravanzare i rivali, apparsi sottotono in Catalogna, ci sia ancora da lavorare. F1 Analisi Qualifica Spagna

Seguici anche su Instagram

 

Disqus Comments Loading...