F1 | Anche i team di Formula 1 a lavoro per realizzare dei respiratori

I team di Formula 1 scendono in campo contro il Coronavirus sviluppando tecnologie per creare respiratori.

TEAM RESPIRATORI CORONAVIRUS
Foto: Il Corriere dell’Umbria

Anche i team di Formula 1 stanno rispondendo alla chiamata dei governi di fornire assistenza alle aziende produttrici di respiratori con esperienza in tecnologia e ingegneria.

Ferrari, Mercedes, Red Bull, McLaren e Williams potrebbero aiutare a sviluppare dei respiratori utili ad aiutare i malati che a causa del Coronavirus hanno complicanze nella respirazione.

Visto che i primi appuntamenti della stagione di Formula 1 sono stati annullati, i team per imposizione della Federazione Internazionale hanno anticipato la pausa estiva e avranno la possibilità di coadiuvare varie aziende specializzate a sviluppare e produrre le attrezzature mediche così indispensabili come i respiratori.

Ferrari ed FCA valutano due ipotesi

Ferrari e FCA, unitamente a Magneti Marelli, stanno discutendo con la Siare Engineering International di Bologna, numero;uno in Italia per le macchine per la respirazione.

L’obiettivo è cercare soluzioni e aumentare la produzione di questi apparecchi salvavita, passando da 150 a;300 respiratori alla settimana.

Sul tavolo ci sono due ipotesi. La prima punta a ottimizzare il processo produttivo, supportando Saire nella logistica e con i fornitori, la seconda ipotesi è quella di esternalizzare parte della realizzazione di alcuni componenti.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

O li aiutiamo a casa loro o portiamo fuori parte della produzione. Oppure facciamo entrambe le cose” ha rivelato la Exor, la holding della famiglia Agnelli.

Insomma, il mondo della F1, a volte distante dalla realtà,;pare in questo momento storico ricoprirsi di una vesta di umanità mostrando sempre più riguardo verso chi soffre.

Seguii su Twitter

Ferrari dona 10 milioni di euro per l’emergenza coronavirus

 

Giuseppe Cinotti

Posseggo una laurea in Operatore Giuridico d'Impresa e sono specializzando in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo presso L'Università Stranieri di Perugia. Sono appassionato di Formula 1 fin da bambino. Amo questo sport perchè è il mio sogno da sempre. Il rumore assordante, l'odore della pista, amo l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce. Amo i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Amo la bandiera a scacchi all'orizzonte quando non c'è nessuno davanti e finalmente puoi alzare in alto il trofeo. Il mio motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.