Pubblicato il 23 Marzo, 2021 alle 15:20

F1 | Anteprima Brembo: Inizio impegnativo per i freni in Bahrain

Quest’anno il campionato del mondo inizierà sul circuito del Bahrain, gara non facile per i freni Brembo: andiamo a vedere l’anteprima del circuito.

Il campionato del mondo 2021 inizia nel deserto del Bahrain. Il circuito di Sakhir è inserito tra i tracciati altamente impegnativi per l’impianto frenante, i tecnici Brembo gli hanno dato un punteggio di 4 su 5 come indice di difficoltà, stesso valore assegnato ai circuiti di Monza, Spa-Francorchamps, Baku e Sochi. Il clima del deserto e le frenate ravvicinate non aiutano l’impianto frenante a smaltire il calore generato dall’attrito durante le frenate.

Mappa del circuito – credits: Brembo

Le frenate più impegnative, caratterizzate da decelerazioni superiori ai 4g, sono quelle di curva 1, curva 4 e curva 14. Curva 1 è la più difficile per l’impianto frenante, si raggiunge un picco di 5.5g, la velocità cala da 337km/h a 83km/h in uno spazio di soli 122m. Il pilota applica un carico di 172kg sul pedale del freno, generando una potenza frenante, che deve poi essere smaltita, di 3154 kW. Come già anticipato da Brembo, i team per la prossima stagione avranno a disposizione ben 6 tipologie di dischi anteriori, e per questa gara useranno sicuramente quelli dotati di una maggiore capacità di smaltimento calore. Potete vedere qui un breve video degli ingegneri Brembo.

Frenate più impegnative del tracciato – credits: Brembo

Dati Brembo

Secondo gli ingegneri Brembo, i piloti di Formula 1, stanno sul freno per il 18% del giro, circa 15 secondi e 8 decimi. Nel corso della gara utilizzano il pedale del freno più di 450 volte applicando una carico complessivo di 48 tonnellate. Questi valori sono raggiunti grazie a 7 delle 8 frenate caratterizzate da cali di velocità superiori ai 130km/h. Il circuito del Bahrain è infatti caratterizzato da 3 frenate impegnative, 4 di media difficoltà e solo una leggera. Rispetto allo scorso anno, quando si è corso a Novembre, ci aspettiamo temperature superiori con un conseguente aumento del grip meccanico che legato alla geometria della pista porterà ad una maggiore difficoltà di smaltimento del calore.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Punti superlicenza: Hamilton primo anche in questa classifica

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member
Disqus Comments Loading...