F1 | Anteprima GP Monaco – McLaren: “La qualifica sarà fondamentale, abbiamo le capacità di raccogliere molti punti”

McLaren, dopo il GP di Spagna, ha lavorato duramente per massimizzare le prestazioni delle loro monoposto in vista del GP di Monaco. Qualificarsi al meglio sarà cruciale per Carlos Sainz e Lando Norris, date le pressochè inesistenti chance di sorpasso su questa pista. GP Monaco McLaren

GP Monaco McLaren
Montecarlo 2018, Fernando Alonso – Foto: Mclaren

Una McLaren in costante crescita punta a totalizzare molti punti al GP di Monaco, per mantenere il solido quarto posto nella classifica costruttori e evitare un sorpasso da parte di Racing Point.

Carlos Sainz:

“Monaco è la gara più speciale del calendario. La storia, il tracciato, l’atmosfera rendono l’intero week-end unico nel suo genere. Trovare il giusto set up giovedì e sabato sarà fondamentale, più che in ogni altro appuntamento, per poter fare un’ottima qualifica e magari anche un’ottima gara.

Spingerò al limite per trovare il ritmo giusto. Negli anni scorsi sono sempre arrivato in Q3 e in gara ho ottenuto molti punti; l’obbiettivo è continuare così e cercare di migliorare.”

Lando Norris:

“Non vedo l’ora di tornare a correre a Monaco, è un circuito che mi piace molto e sul quale l’anno scorso sono riuscito ad arrivare a podio. Questo tracciato richiede molta concentrazione, non c’è praticamente mai un momento di pausa.
La qualifica è cruciale: può permetterti di fare una buona gara o rovinartela del tutto.

Il mio intento è di fare un buon giro di qualifica per essere in una buona posizione ed essere avvantaggiati in caso di qualche evento spiacevole a metà gara. Per ottenere molti punti, è necessario fare una gara pulita.”

Andreas Seidl, team principal:

“Monaco porta una sfida unica nel suo genere: una buona qualifica è assolutamente fondamentale. Le possibilità di fare pubti ci sono, basta sfruttarle.

Dopo i test in Spagna abbiamo studiato tutti i dati per trovare i nostri punti deboli e migliorarci in vista della gara a Montecarlo.

I pit stop e le strategie hanno un peso notevole in questa gara. In Spagna abbiamo dimostrato che possiamo eseguire i pit stop più veloci e che i nostri strateghi sanno quando è il momento migliore per chiamare i nostri piloti ai box. Tenere alti questi standard è una delle nostre priorità per il weekend nel Principato.”

Seguici su Twitter 

F1| Jamie Chadwick scelta da Williams come Development Driver

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.