F1 | Anteprima Pirelli – Gran Premio di Spagna

La Formula 1 ritorna, forse per l’ultima volta, al Montmelò per il Gran Premio di Spagna. Seppur molto conosciuto dai team in quanto teatro dei test prestagionali, il Circuito di Catalogna presenta delle peculiarità che lo rendono difficile da affrontare. Vediamo insieme come Pirelli si prepara a questo Gp di Spagna. GP Spagna Pirelli

GP Spagna Pirelli
Pirelli Motorsport

Le caratteristiche del circuito GP Spagna Pirelli

La pista di Montmelò ha sempre presentato una vera sfida per i team, con carichi molto elevati, temperature alte e un grosso stress sugli pneumatici anteriori. La curva 3 è, in particolare, la più impegnativa da questo punto di vista. Fino allo scorso anno, anche l’abrasività dell’asfalto costituiva un problema non indifferente, che è stato poi ridotto quando il tracciato è stato riasfaltato. A livello di strategie di gara, vincente si è dimostrata (almeno lo scorso anno) la tattica ad una sosta, utilizzata da tutti i piloti a podio.

La scelta delle mescole

Abbiamo già visto in dettaglio la scelta delle mescole di piloti e team. A disposizione delle scuderie abbiamo il treno gomme più duro disponibile (C1 – hard; C2 – medium; C3 – soft). In ogni caso, le mescole corrispondenti rimangono leggermente più morbide rispetto alle omonime 2018. I tre top team sembrano adottare strategie molto diverse: Ferrari scommette sulle soft più degli altri. In ogni caso, anche Mercedes e Red Bull scelgono treni differenziati per ciascun pilota. Queste le parole di Mario Isola alla vigilia dell’appuntamento catalano.

“Barcellona è un circuito ben conosciuto dai team e in particolare i test invernali si sono svolti con buone condizioni meteo e quindi più rappresentative per la stagione. Per questa gara, alcuni team porteranno delle novità sulle monoposto, di conseguenza sarà molto interessante vedere quali effetti avranno sul comportamento dei pneumatici. A questo va aggiunta la continua evoluzione del tracciato, completamente riasfaltato lo scorso anno. Durante i test collettivi abbiamo visto prestazioni significative delle monoposto, quindi ci possiamo forse aspettare un nuovo record del circuito, come già accadde nel 2018.”

Informazioni tecniche GP Spagna Pirelli

  • Pressioni minime alla partenza: 22.5 psi (anteriore) | 20.5 psi (posteriore)
  • Camber massimo: -3.25° (anteriore) | -1.75 (posteriore)
mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Ho un occhio di riguardo per Endurance, competizioni GT, Formula 1 e Formula E.