A TCFormula 1

F1 | Approvato il Regolamento per la stagione 2024: cambiano le qualifiche e meno test

La FIA approva ufficialmente il Regolamento per la stagione 2024 di F1: scopri tutte le novità.

A poco più di cinquanta giorni dall’inizio del mondiale 2024 di F1, la FIA approva il nuovo regolamento sportivo per la prossima stagione.

Regolamento F1 2024
La FIA approva diverse novità al Regolamento per la stagione 2024 di F1. Credits: XBP Images

F1 2024: bocciato il format delle Qualifiche, ridotte le componenti a disposizione

Diverse le novità previste dalla Federazione, con le prime modifiche che hanno riguardato le Qualifiche.

Bocciato, infatti, il format testato nel corso del 2023 che prevedeva l’utilizzo degli pneumatici duri nel Q1, medi nel Q2 e morbidi nel Q3.

Ridotto ulteriormente il numero di componenti a disposizione dei singoli team. Su ogni vettura potranno essere utilizzate 3 specifiche del motore termico (erano 4), così come 3 MGU-H, MGU-K e turbo (in luogo di 4).

Meno test prestagionali ma più prove per Pirelli

Diminuito anche il tempo messo a disposizione delle squadre nel corso dei test precampionato, che si disputeranno per mezz’ora in meno al giorno.

Pirelli, potrà, invece, organizzare sino a 40 giorni di prova (rispetto ai precedenti 35) per singola vettura favorendo lo sviluppo degli pneumatici. Estese anche le giornate di test a disposizione della FIA per la sperimentazione dei “paraspruzzi”.

Aumentato, poi, a 200km il limite giornaliero percorribile da ogni vettura nel corso di un singolo filming day.

Ispezioni FIA libere nel 2024, attesa per le vetture 2026

Novità anche per le sessioni ufficiali. Nel corso della stagione i team avranno a disposizione quattro eccezioni per poter lavorare sulla vettura prima delle prove libere. Due prima delle FP1 e due prima delle FP2.

Ridotto, poi, da 50 a 40 minuti il tempo di apertura della Pit Lane prima dell’inizio della corsa.


Leggi anche: F1 | Regolamenti 2026, novità sul peso minimo e dimensioni delle vetture


Scompare, infine, il riferimento ad “almeno tre vetture” che la FIA si riservava di esaminare al termine della gara (o sprint race). La Federazione potrà, così, verificare la regolarità di un numero indefinito di monoposto. 

Un’ultima previsione relativa la 2026. Le squadre non potranno, infatti, dedicarsi alla progettazione della vettura sino al 2 di gennaio 2025, fatta eccezione per l’impianto frenante.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter