F1 | Aston Martin AMR22 – B: L’arte del saper copiare…male

L’Aston Martin ha portato in pista una versione B della sua monoposto, la AMR22, largamente ispirata alla Red Bull RB18. Questa nuova vettura ha risolto i problemi delle prime gare?

Aston Martin AMR22 B
Sebastian Vettel, Credit: Aston Martin Racing

La tappa di Barcellona vuol dire aggiornamenti delle monoposto, la vettura con più aggiornamenti è stata la Aston Martin AMR22, possiamo parlare infatti di una versione B. In particolare tutti hanno notato i sidepods completamente rivoluzionati…molto simili a quelli della Red Bull RB18. La casa ha rivoluzionato la propria filosofia per provare ad ottenere delle performance migliori, ci saranno riusciti?


Leggi anche: F1 | GP Spagna – Aggiornamenti Ferrari: Il nuovo fondo avrà risolto i problemi di porpoising?


Visti i risultati ottenuti nelle qualifiche sembrerebbe di no, si Sebastian Vettel che Lance Stroll sono stati eliminati subito nel Q1, una delle peggiori performance della stagione. Copiare gli avversari non è un lavoro semplice, ogni vettura è concepita con una filosofia ben precisa!

La Racing Point prima e l’Aston Martin dopo sono sempre state osservate da tutte le altre scuderie in quanto nelle passate stagioni le somiglianze con la Mercedes erano evidenti. Oggi come allora, i due team condividono la Power-Unit, un passaggio di conoscenze è quindi normale che ci sia. Quello a cui abbiamo assistito in questo fine settimanan è diverso.

La Red Bull monta infatti il powertrain prodotto internamente, ex Honda, che è completamente diverso da quello Mercedes. Questa differenza sostanziale rende molto difficile la copia dei progetti. Aston Martin ha sicuramente visto da tutte le angolazioni le geometrie esterne delle pance dei radiatori ma la parte interna è molto più difficile da analizzare. Questo è uno dei motivi alla base dell’insuccesso di questo aggiornamento!

L’Aston Martin sembra aver addirittura peggiorato le proprie performance, sinonimo che copiare ti può portare a degli svantaggi più che dei vantaggi. Cosa farà il team visti gli scarsi risultati? Continuerà su questa variante B o tornerà al progetto iniziale?

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member