F1 | Aston Martin ha consegnato a Vettel un simulatore basato sul telaio 2021

Il team Aston Martin ha deciso di consegnare, a casa di Sebastian Vettel, un simulatore basato sul telaio della AMR21

Vettel
Foto: astonmartinf1.com

Aston Martin ha deciso di dare a Vettel la possibilità di prepararsi per le gare direttamente da casa. Il team inglese, infatti, ha consegnato al quattro volte campione del mondo un nuovissimo simulatore basato sulla vettura 2021.

L’idea di allestire un simulatore personale per Sebastian è nata alla fine della stagione 2021. Il progetto si è poi evoluto in un allestimento con tre schermi e il telaio della AMR21.

Come si legge sul comunicato del team: “Il simulatore è dotato del sedile da gara di Sebastian, del poggiatesta e delle cinture di sicurezza utilizzate durante la campagna 2021“.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Leggi anche: F1 | Test Bahrain – Mercedes era davvero in difficoltà o è stata una farsa?


Aston Martin ha spiegato, sul proprio sito web, com’è stato sviluppato il progetto del simulatore per Vettel.

“Sotto la supervisione del Senior Garage Equipment Designer Matt Tomalin, le discussioni e le ricerche sul progetto sono iniziate nell’aprile 2021. I due mesi successivi sono trascorsi a perfezionare il design con strumenti CAD”.

Vettel è stato coinvolto nel progetto: “La costruzione è iniziata a luglio, prima che il processo di feedback del conducente e di individuazione dei guasti seguisse ad agosto. Entro settembre, il simulatore era pronto per essere spedito a casa di Sebastian”.

Aston Martina ha lavorato con l’azienda specializzata Pro Sim:Il principale progettista e produttore di simulatori Pro Sim ha anche supportato il team nella fornitura del sistema di feedback del volante e nella calibrazione di un sistema frenante che imita l’assetto di un’auto di F1″.

AMF1 e Pro Sim si sono uniti per creare un simulatore davvero unico. Mentre i piloti in tutta la griglia hanno accesso al proprio, Sebastian compie il raro passo di replicare l’esperienza dell’abitacolo del pilota”.

“Significa che il quattro volte campione del mondo può tenere conto delle proprie sessioni al simulatore nei suoi preparativi per ogni Gran Premio di quest’anno. Dimostrando il suo impegno nell’estrarre tutte le prestazioni possibili”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Nicholas Cincinelli

Laureato in Scienze Politiche, attualmente studio Giornalismo e Comunicazione multimediale. Da sempre super appassionato di F1