F1 | Aston Martin, possibile ritorno alla livrea rosa

Il team Aston Martin potrebbe tornare alla colorazione rosa che ha accompagnato la Force India/Racing Point dalla stagione 2017 al 2020 su richiesta dello sponsor BWT.

Aston Martin rosa
Foto: LAT Images

L’ingresso in Formula 1 di Aston Martin ha riportato in pista il classico British green che colora le vetture inglesi impegnate nelle gare automobilistiche. Tuttavia il team di Silverstone potrebbe presto tornare ad una livrea rosa. Il partner BWT, title sponsor anche dei due GP in Austria, starebbe infatti insistendo per avere una Aston Martin colorata di rosa.


Leggi anche: Aston Martin Valkyrie AMR Pro un bolide scolpito dal vento


BWT, azienda austriaca specializzata nell’ambito del trattamento dell’acqua, strinse un accordo nel 2017 con quella che all’epoca era ancora chiamata Force India. La partnership è durata per le successive quattro stagioni, arrivando inizialmente ad una fine una volta conclusa la stagione 2020.

Poco prima della presentazione della nuova AMR21, le due parti si sono riunite ma con un impatto minore sulla vettura. Il rosa sostituisce infatti il verde più chiaro, che ha accompagnato Aston Martin anche nell’Endurance, nella striscia sulle due pance laterali. Inoltre, Sebastian Vettel è ora ambasciatore del brand BWT come dimostra il suo casco, e anche le tute hanno uno spazio in rosa nella zona delle spalle.


Leggi anche: F1 | Alonso annuncia il suo futuro: “Nel 2024 sicuramente sarò ancora qui”


L’amministratore delegato di BWT, Andreas Weißenbacher, ha chiarito la sua posizione in un’intervista per Speedweek: “Il capo di Aston Martin Lawrence Stroll sa che il mio cuore è spezzato. Se le Aston diventassero rosa, anche il title sponsor Cognizant sarebbe più contento perché ne gioverebbe nettamente nella riconoscibilità del brand. Storicamente il verde britannico è amato dai tifosi, ma da un punto di vista commerciale è sbagliato. In questo modo le Aston non si fanno notare in TV”. 

“Non essere riuscito ancora a convincere Lawrence Stroll a rendere rosa l’Aston Martin è la mia delusione più grande. E’ per pura ragione, non per egoismo: semplicemente, un bolide rosa attira molto di più l’attenzione e l’effetto pubblicitario è maggiore. Non negozio con altre squadre, con Aston c’è una collaborazione molto professionale.” conclude Weißenbacher.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Wolff: “Se Red Bull continua a sviluppare, nel 2022 saranno 2 secondi più lenti”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.