F1 | Binotto: “Bisogna fare qualcosa, non è scontato uscire da questa situazione”

Gara pessima per la Ferrari che non va oltre l’ottavo e decimo posto con una macchina senza passo. Binotto commenta la prestazione facendo un elenco delle cose che non vanno e ribadendo che piccoli aggiornamenti non servono.

Binotto
Foto d’archivio. Fonte: Il Messaggero

E’ stato un millesimo Gran Premio più che deludente per la Ferrari che è stata sverniciata da tutti in rettilineo e anche in curva non andava meglio. Binotto

Charles Leclerc partiva quinto e dopo una partenza brillante ha dovuto fare i conti con una SF1000 tutt’altro che competitiva scendendo dalla terza alla nona posizione al traguardo, ottava con la penalità a Raikkonen.

Sebastian Vettel partiva più indietro ed ha fatto il suo tenendosi fuori dai guai in particolare nella seconda partenza. Il tedesco ha concluso la sua gara al decimo posto.

Il Team Principal della Ferrari dopo la gara ha elencato ai microfoni di Sky Italia tutte le cose che non funzionano: “Bisogna fare qualcosa. Siamo tutti molto delusi, oggi non avevamo passo gara. Dopo pochi giri perdiamo il ritmo, manca il passo e il risultato non è altro che la conseguenza. Non c’è spiegazione, abbiamo un degrado evidente delle gomme che sta nelle difficoltà di questo progetto”. 

Mattia Binotto aggiunge che piccoli aggiornamenti servono a poco poiché il problema è alla base: “Non è scontato uscire da questa situazione. Non si tratta di fare pochi sviluppi, appendici e quant’altro non migliorerebbero la situazione. E’ una situazione di base più profonda dalla quale dovremmo uscirne almeno verso fine stagione facendo dei progressi. Qualche piccola novità la vedremo già dalla prossima gara ma non farà la differenza. Quando uno ha un problema come questa vettura che è più di fondo, creo che serva più tempo per fare quel passo indietro necessario e poi farne tanti in avanti. Stiamo lavorando sodo, anche a casa, in galleria del vento e sulle simulazioni per correggere il progetto di base e soprattutto in ottica 2021. Insomma, uno può aggiungere anche delle piccole appendici dalla prossima gara ma non è su quello che dobbiamo puntare per riscattarci.

“La situazione dei nostri avversari è diversa dalla nostra. Hanno portato piccoli sviluppi come abbiam fatto noi ad inizio stagione e ne porteremo ancora ma, ribadisco, il nostro problema è più di base e serve tempo”.

Il manager di Losanna conclude dicendo che i piloti sono la nota positiva, riferendosi in particolare a Leclerc: “Han dato del loro meglio, specialmente Leclerc in qualifica, ma si son trovati davanti alle difficoltà appena discusse. Fan parte della squadra anche loro come tecnici e ingegneri. Dobbiamo uscirne tutti insieme”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Elkann: “Fiduciosi per ciò che ci aspetta, siamo impegnati sul futuro”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.