F1 | Binotto: “Festa Ferrari al Mugello, purtroppo in pista non cambierà molto”

Mattia Binotto  racconta di quanto sia speciale festeggiare il Gran Premio numero 1000 della Ferrari al Mugello, ma avverte che la situazione in pista non sarà molto diversa dagli ultimi Gran Premi.

Ferrari Mugello
Credits Scuderia Ferrari

La Ferrari festeggerà il suo Gran Premio numero 1000  questo fine settimana al Mugello, in occasione del Gran Premio della Toscana.

La Scuderia sta attraversando un momento molto delicato, tra i più bui della sua storia. Dopo due gare molto difficili a Spa e Monza, al Mugello dovrebbe andare un po’ meglio, perché non è un circuito di potenza.

Al quotidiano La Repubblica, Mattia Binotto ha raccontato la situazione della Ferrari prima dell’appuntamento al Mugello.

Spero che anche i nostri tifosi comprendano la situazione in cui ci troviamo. È una gara speciale, ma quando si gareggia in un campionato, ogni gara è importante, quindi il livello di attenzione e concentrazione è sempre molto alto”.

La pressione è esclusivamente positiva. Indipendentemente dalla difficoltà del momento, sentiamo sempre il sostegno dei nostri tifosi. Speriamo di fare meglio, ma onestamente è difficile“, ha aggiunto.

Il Mugello sarà una gara speciale, ma sinceramente e purtroppo penso che le cose cambieranno poco perché se una macchina va veloce, lo fa su qualsiasi circuito, sia ad alta che a bassa velocità”.

Certamente questa pista ha caratteristiche diverse rispetto a quelle che abbiamo appena corso e quindi speriamo di fare meglio di quanto abbiamo fatto nelle precedenti. Conosciamo molto bene il Mugello per aver fatto tanti test qui. Con Michael Schumacher siamo venuti a provare molto spesso“, ha ricordato.

È una pista molto bella, impegnativa e veloce che piace molto ai piloti che ci hanno corso“, ha sottolineato.

Tante le iniziative per celebrare il Gran Premio n. 1000

Il Gran Premio di Toscana sarà il primo evento internazionale in Italia ad essere aperto al pubblico. Questa è una buona notizia per la Formula 1 e per il ritorno ad una nuova normalità.

Il Gran Premio di Toscana di questo fine settimana è il primo evento internazionale aperto al pubblico in Italia dopo il problema covid-19, quindi per noi questo evento in generale è anche un segnale generale di una ripresa per tutto il Paese

La regione Toscana ha fatto uno sforzo eccezionale per poter consentire l’ingresso di 3.000 spettatori, che a quanto mi risulta sono pochi rispetto ai 100.000, ma è un primo segnale assolutamente importante per tutta la Formula 1“, ha detto al termine Binotto.

Per festeggiare i 1000 Gran Premi si terrà un evento in Piazza della Signoria, a  Firenze, nella serata di sabato 12 settembre, ci saranno anche diverse attività nel pre- gara, tra cui il ritorno in pista della F2004.

Binotto ha confermato che questo fine settimana saranno presenti al Mugello il presidente della Ferrari John Elkann, il vicepresidente Piero Ferrari, il direttore esecutivo Louis Camilleri e diversi ex piloti Ferrari, oltre ai presidenti di F1 e FIA, Chase Carey e Jean Todt.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Orari del Week End: GP Mugello 2020 – Anteprima e orari TV su Sky e TV8 [F1, F2, F3]

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.