F1 | Binotto: “Gli sviluppi arriveranno più in là, Verstappen è il favorito”

Secondo il TP Ferrari Binotto il favorito per questo mondiale è Verstappen, o per lo meno finché non si ottimizzerà al massimo la F1-75.

Binotto Red Bull
Mattia Binotto e Christian Horner. Fonte: Motorbox.

Anche dopo la splendida vittoria delle Ferrari vista in Bahrain Mattia Binotto dice che per battere Verstappen e la Red Bull si deve sviluppare al massimo la nuova monoposto.

Dopo quello che abbiamo visto lo scorso fine settimana la scuderia di Maranello è andata ben oltre le aspettative che avevano e si è tolta dalla posizione di inseguitrice per diventare la scuderia inseguita dalla griglia grazie al punteggio pieno che ha saputo portare a casa e anche ai tempi segnati sul giro.


Leggi anche: F1 | Gehrard Berger critica il nuovo TP Aston Martin Mike Krack: “non mi ha impressionato”


Binotto comunica che a Jeddah la vettura che porteranno sarà la stessa vista in Bahrain per il fatto che, prima di portare aggiornamenti, vogliono vedere se possono davvero stare in lotta con le Red Bull: “A Jeddah porteremo la stessa macchina perché c’è ancora molto potenziale da tirare fuori. Gli sviluppi arriveranno più in là, quando saremo sicuri di essere abbastanza maturi per fare un giusto passo avanti con Verstappen la Red Bull rimane la favorita”. 

Dopo la gara nel deserto Mattia Binotto ha sottolineato che questa vittoria porta alla squadra grande consapevolezza per poter affrontare al meglio la stagione che hanno davanti. Nei test del venerdì Ferrari non aveva ancora fatto vedere tutto il suo potenziale però con i risultati ottenuti sia in qualifica che in gara la situazione si è completamente ribaltata.

In Q3 Verstappen è riuscito a piazzarsi solo a sei millesimi davanti a Sainz invece Leclerc ha dato all’olandese una paga di oltre un decimo. Invece in gara Max ha sofferto di un degrado gomma superiore in confronto del rivale monegasco. Per ora i presupposti per essere in lotta con la scuderia del neo campione del mondo ci sono e come ora tocca a Ferrari riuscire a rimanere li.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Erik Jozsef Vaccari

Classe ’99. Appassionato di Formula 1 dal 2016. Studio economia del turismo a Rimini. Futuro giornalista? Futuro imprenditore alberghiero? Non so vedremo. Ora testa bassa e si lavora duro.