F1 | Binotto: “Griglia invertita da prendere in considerazione dopo la Sprint Qualifying di Hamilton”

Mattia Binotto, Team Principal della Ferrari, crede che la grande rimonta di Hamilton nella Sprint Qualifying del GP del Brasile dimostri che il format della griglia invertita potrebbe avere successo.

Griglia invertita Sprint Qualifying
Lewis Hamilton – Mercedes

I boss della F1 stanno già lavorando al format delle sei Sprint Qualifying che si disputeranno nella stagione 2022. Uno dei principali argomenti di discussione riguarda lo spettacolo offerto dalla “gara” di 100 Km del sabato che, fino ad ora, non ha riscontrato grande successo tra gli appassionati.

La Formula 1 sostiene che uno dei modi per migliorare la Sprint sia assegnare più punti validi per il campionato. Tuttavia, alcuni team come la Ferrari pensano che la F1 dovrebbe essere ancora più audace e rendere la gara sprint del sabato un evento autonomo, con griglia invertita.

Sebbene molti team non condividano questa opinione, la Ferrari sostiene che la grande rimonta di Hamilton nella Sprint Qualifying del GP del Brasile dimostri che il sistema della griglia invertita può funzionare.


Leggi anche: F1| Ufficiale: Guanyu Zhou sarà il pilota di Alfa Romeo nel 2022


In un’intervista rilasciata ad Autosport, Binotto si è espresso così sull’ipotesi della griglia invertita: “Penso che sia un sistema da provare, perché regala tanti sorpassi e tanto spettacolo. Credo che la F1 debba seriamente prendere in considerazione l’applicazione di questo format alle Sprint Qualifying del 2022.”

Mentre la Ferrari è a favore del concetto di griglia invertita, il pilota della McLaren Daniel Ricciardo pensa che questa potrebbe svalutare il valore di una vittoria in un weekend di F1.

“Non fraintendetemi, Lewis che parte dal fondo ha reso la gara ancora più emozionante per gli spettatori. Ne sono abbastanza sicuro”, ha detto Ricciardo. “Quindi penso che la gara del sabato abbia beneficiato dell’avere Lewis in una posizione da griglia invertita.”

“Non potrebbe essere più eccitante, ma sono ancora convinto che una vittoria dovrebbe essere una vittoria.

“So che è solo una gara sprint, quindi ha meno valore, ma sento ancora che per tagliare il traguardo per primo, dovresti comunque essere il miglior pilota, almeno in quella gara stessa. “Quindi se l’hai fatto solo perché ti sei qualificato per ultimo ma sei partito in pole, non so quanta soddisfazione tu possa trarre da questo.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter