F1 | Binotto: “Il formato di qualifica sprint porterà problemi di set-up”

Secondo Binotto il format di qualifica sprint che sarà adottato nel GP di Gran Bretagna, porterà a molti problemi di set-up.

Binotto qualifica sprint set-up
Foto: ilgiornale

Secondo Binotto il format di qualifica sprint che sarà adottato nel GP di Gran Bretagna, porterà a molti problemi di set-up.

Il GP di questo fine settimana a Silverstone sarà il primo nella storia della F1 che prevede una gara sprint di 100 km il sabato per decidere la griglia per l’evento principale di domenica. Ma l’arrivo della qualifica sprint ha avuto implicazioni più ampie per l’intero programma del fine settimana, con il tempo per le prove libere molto ridotto per le squadre. Un gran bel problema per quanto riguarda la definizione del set-up migliore. Ora ci sarà solo una sessione di prove libere prima di una sessione di qualifiche il venerdì sera per decidere la griglia per la gara sprint di sabato. Il boss Ferrari, Mattia Binotto, pensa che, con l’ulteriore complicazione dell’introduzione di un nuovo set di gomme, ci saranno molti “grattacapi ingegneristici”.


Leggi anche

F1 | Russell smentisce le voci sul passaggio in Mercedes: “Nessun annuncio a Silverstone


Abbiamo una nuova specifica per le gomme a Silverstone, che abbiamo testato in Austria, ma la maggior parte delle squadre ha bisogno di avere più esperienza su di essa“, ha spiegato. “Ci sarà pochissimo tempo per farlo perché solo il venerdì mattina abbiamo una sessione di prove prima di iniziare le qualifiche. Quindi stai davvero andando direttamente in qualifica con le nuove specifiche. È un format nuovo, c’è pochissimo margine di rischio perché è parco chiuso da venerdì pomeriggio in poi. È davvero complicato, ma allo stesso tempo emozionante. Potrebbe essere eccitante. Penso che potrebbe esserci un po’ di disordine perché gli assetti non saranno ottimizzati a causa della mancanza di esperienza sulle gomme, quindi penso che possa essere un ottimo weekend di gara in questo senso”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.