F1 | Binotto: “La Ferrari potrebbe passare al progetto 2021 dopo le prime gare se il divario sarà troppo grande”

La Ferrari potrebbe concentrarsi sul 2021 già dopo le prime gare, se il progetto 2020 non fosse all’altezza. Ecco le parole di Binotto a riguardo.

ferrari f1 2021
Davide Galli per F1inGenerale

Il team principal Ferrari, Mattia Binotto ha affermato che gli eventuali sforzi del team per recuperare nella stagione 2020 di F1, potrebbero avere serie conseguenze per il programma di sviluppo 2021.

Importanti normative tecniche entreranno in vigore dal prossimo anno, e ciò costringe i team a decidere quanto presto spostare i propri sforzi dal progetto di quest’anno, al telaio 2021, che sarà drasticamente diverso.
Binotto ha abbassato le aspettative Ferrari in vista della prima gara di F1 della nuova stagione, in Australia; sostenendo che la macchina non è veloce come i suoi principali rivali, Mercedes e Red Bull, e che potrebbe persino doversi guardare dalla Racing Point. Il team principal Ferrari ha però aggiunto, che la prima priorità del team sarà quella di migliorare le prestazioni della vettura attuale.

Le parole di Mattia Binotto:

“Quanto lo sforzo nel recupero del 2020, influenzerà il 2021, è certamente una bella domanda. Penso che sia un equilibrio di cui abbiamo bisogno, o un compromesso che dovremo scoprire. Quando sei ancora all’inizio del campionato, non puoi scendere a compromessi per l’intera stagione. Quindi all’inizio continueremo sicuramente a spingere il più possibile sul progetto 2020, per capire la macchina e i suoi punti deboli; e si spera che siano cose che possiamo affrontare al più presto.”

Se dopo alcune gare capiremo che il divario è troppo grande, faremo le dovute considerazioni. Ma è una fase iniziale in questo momento, penso che siano solo pochi giorni di test. Penso che ci siano cose che possiamo migliorare presto sulla macchina, si spera. Quindi al momento dovremmo mantenere il nostro piano, o qualunque cosa fosse, per il 2020 e 2021.”

ferrari f1 2021

Binotto ha aggiunto che la nuova Ferrari ha guadagnato velocità in curva, ma ne ha persa un po’ in rettilineo; tuttavia ritiene che il loro deficit di prestazioni non sia dovuto a problemi con la correlazione tra prestazioni del mondo reale, e simulazioni. In ogni caso Binotto sostiene che avranno bisogno di almeno due o tre gare per avere un’immagine più chiara.

F1 | Coronavirus: nuovo comunicato sul GP di Australia

ferrari progetto 2020 2021 f1 formula1 binotto leclerc vettel

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1