F1 | Binotto parla della sprint race: “Mi aspetto molti ritiri a Silverstone”

Il team principal della Ferrari si affaccia sul prossimo GP di Silverstone, analizzando la grande novità della sprint race del sabato.

binotto sprint race silverstone

La settimana di pausa al termine del primo triple-header stagionale porta il Circus verso il gran premio britannico di Siilverstone. Nella storica cornice del tracciato nel Northamptonshire la F1 porta – in prova – la sprint race, il tanto discusso nuovo format per le qualifiche. binotto sprint race silverstone

Il nuovo programma del weekend (che dovrebbe ripetersi allo stesso modo a Monza e San Paolo, al netto di cambiamenti in corsa), prevede una sessione in meno di prove libere. Le monoposto scenderanno in pista già il venerdì per assicurarsi la miglior posizione in griglia per la sprint race del sabato. Sulle gare sprint alcune impressioni preliminari arrivano dal team principal della Ferrari Mattia Binotto.

Così ha parlato l’ingegnere italiano a Racing News 365: “Penso che dovremo tenere a mente che a Silverstone andremo con pneumatici dalla struttura nuova. In Austria abbiamo avuto la possibilità di testarli, ma c’è bisogno da parte del team di accumulare esperienza con le nuove gomme”, rivela il boss del Cavallino. binotto sprint race silverstone


Leggi anche: F1 | George Russell: “La Sprint Race di Silverstone? Penso che ci penalizzerà”


“Ci sarà pochissimo tempo”, continua. Abbiamo l’opportunità di girare praticamente solo il venerdì mattina prima delle sprint race, penso dunque che andremo in qualifica con una nuova specifica”.

Mattia Binotto prosegue: “In ogni caso avremo un format nuovo. Potrebbe essere emozionante. Penso che potrebbe esserci qualche disordine perché l’accordo non è ottimale. Inoltre – continua il ferrarista – penso che l’assenza di esperienze simili possa portare a molti ritiri durante la sprint race. Da questo punto di vista può essere un grande weekend”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.