F1 | Binotto sul caso Racing Point: “Ferrari non molla. Se fossi stato in Mercedes avrei protestato”

Mattia Binotto ha confermato che la Ferrari continuerà l’appello contro la decisione della FIA su Racing Point e lancia una frecciatina: “Se fossi stato in Mercedes, avrei protestato contro qualcuno che mi copia”.

racing point f1 ungheria
Twitter Racing Point

Dopo un inizio di weekend in salita anche a Monza, il Team Principal della Ferrari, Mattia Binotto, torna sul caso Racing Point. Binotto ha confermato la volontà di Ferrari di appellarsi contro la decisione della FIA, e ne ha approfittato per scagliare una frecciata alla Mercedes, forse in particolare a Toto Wolff.

Alla Racing Point è stata assegnata una penalizzazione di 15 punti dopo che si è scoperto l’utilizzo dei brake ducts posteriori della Mercedes 2019, per progettare le parti corrispondenti sulla vettura di quest’anno.

La FIA ha dichiarato che introdurrà nuove regole per la stagione 2021 di F1 per impedire ai team di utilizzare le fotografie per copiare da vicino i progetti dei rivali. Binotto ha affermato che è necessario tracciare una linea che impedirà alle squadre di copiare i progetti dei loro concorrenti.

Le parole di Binotto:

Guardare i concorrenti, cercare di capire cosa fanno, cercare di studiare la loro macchina ha fatto parte della storia della F1 e non ci vedo niente di male. Penso però che copiare un intero progetto sia un atto pericoloso, perché quella è proprietà intellettuale. Se fossi stato Mercedes, avrei protestato contro qualcuno che mi ha copiato.

Binotto ha assicurato che sarebbe pronto a ritirare il suo appello, se fosse soddisfatto che le regole del 2021 vieteranno la copia.

Abbiamo confermato la nostra protesta, quindi abbiamo fatto appello alla decisione dei commissari nelle ultime gare. Il motivo è che siamo pienamente convinti che ciò che Racing Point ha fatto in questa stagione non sia legale. Crediamo che sia contro il principio del nostro sport, e crediamo che ciò non possa accadere in futuro.

“A tale riguardo, chiediamo e cerchiamo chiarezza con la FIA per capire se verranno messe in atto normative, o una direttiva tecnica, per il futuro nel 2021, in cui siamo comunque abbastanza sicuri che non sarà possibile copiare. Eventualmente saremo pronti a ritirare il nostro appello se saremo soddisfatti delle nuove normative”.

F1 | Montezemolo sulla Ferrari: dal divorzio con Vettel “gestito male” alle problematiche attuali

ferrari racing point mercedes 2019 2020 binotto toto wolff stroll fia

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1