F1 | Binotto sulle sospensioni Mercedes: “Non sono molto interessato ma credo siano legali”

Mattia Binotto crede che le nuove sospensioni Mercedes non abbiano nulla di “sbagliato o illegale”, ma ammette che Ferrari non ci ha prestato troppa attenzione.

binotto ospensioni mercedes
Foto: Unknown

Le sospensioni della monoposto Mercedes sono state messe sotto i riflettori durante gli ultimi giorni. Molti video mostrano come la macchina ad alta velocità si abbassi in modo tale da trovare una velocità di punta più elevata.

Christian Horner afferma che questo sistema di sospensioni potrà essere fondamentale nelle ultime gare del campionato: “Influiranno molto in certi tracciati rispetto ad altri. Negli Stati Uniti ha avuto un effetto ridotto ma in piste come Jeddah potrebbero influire maggiormente“.

Tuttavia Horner ha dichiarato che ciò che sta facendo Mercedes non è illegale: “Non crediamo che sia illegale. È qualcosa che si usa da molto, l’abbiamo già visto sulla loro monoposto in passato.


Leggi anche: F1 | Orari TV GP Messico 2021; Anteprima e programmazione Sky e TV8


Mattia Binotto ha ammesso che non ha trovato nulla di sorprendente nel nuovo sistema Mercedes e crede che sia legale nonostante ne stiano parlando tutti. “Onestamente non sono molto interessato a questa discussione. Non sto seguendo cosa sta succedendo, ne ho solo sentito parlare. Non ci vedo nulla di sbagliato o illegale, non sono sorpreso nel vedere il modo in cui si comporta la monoposto.”

Anche il team principal di McLaren, Andreas Seidl, ha ammesso di non prestare troppa attenzione alle sospensioni Mercedes:Ad essere onesto, ho visto le nuove sospensioni solo ieri in Tv su Sky, adesso non spendiamo le nostre energie su questo. Abbiamo già abbastanza cose da fare oltre a concentrarci su noi stessi e sul prossimo weekend.”

Seidl ha poi concluso dicendo: Ne riparleremo tra una settimana, quando avremo avuto il tempo di analizzarle come team. Vedremo se ci sarà qualcosa dietro (illegale o sospetto) o se è solo un fantasma che si aggira per il paddock.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter