F1 | Bottas, la foto del sedere raccoglie 50.000 euro per beneficenza: “Pazzesco, magari ne firmerò qualcuna”

Il nudo sedere di Valtteri Bottas raccoglie 50.000 euro in beneficenza: il finlandese commenta il successo della foto.

bottas sedere nudo beneficenza foto
Fonte: @valtteribottas Instagram

È un successo inaspettato per Valtteri Bottas quello della sua particolare foto a sedere nudo. Durante il weekend in Spagna il finlandese di Alfa Romeo ha commentato la popolarità dello scatto, eseguito nei giorni successivi al GP di Miami. La foto in questione, pubblicata dal pilota sui propri canali social, ritrae l’ex Mercedes che nuota in un ruscello ad Aspen, in Colorado, senza veli.

La fotografia, scattata dalla compagna, la ciclista Tiffany Cromwell, ha ottenuto un successo tale da spingere Bottas a collaborare con il fotografo Paul Ripke. Il motivo? Realizzare una speciale serie di stampe per beneficenza.


Leggi anche: F1 | Super collaborazione tra Disney e Ferrari: Leclerc e Sainz diventano doppiatori di “Lightyear – La vera storia di Buzz”


Il finnico dell’Alfa Romeo ha commentato la popolarità dello scatto, acquistato da 5.000 persone: “È strano”, ha detto, “ho visto foto di persone scattare fotografie, alcuni l’hanno appesa in salotto, camera da letto o cucina. “È incredibile il potere dei social media”, ha proseguito.

Bottas ha mostrato tutto il proprio stupore: “È pazzesco raccogliere 50.000 euro per beneficenza in 24 ore con la foto del sedere di qualcuno. Non ho capito bene, ma è ok, facciamo del bene”.

Valtteri immagina già cosa potrebbe accadere nel giovedì di Monaco:Non ho ancora firmato nessuna copia, ma magari nella sessione di autografi… forse ne vedrò qualcuna”.

Ma com’è nata l’idea? Il 32enne di Nastola ha spiegato come Ripke ha aiutato a montare la foto di Cromwell, promuovendo il piano di beneficenza: “L’abbiamo deciso il giorno dopo: volevamo stampare qualcosa per beneficenza e l’abbiamo fatto. Poi è stato un boom, ha concluso.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.