F1 | Bottas lascia la Mercedes, ecco cosa gli mancherà

Alla fine del campionato di F1 del 2021, Valtteri Bottas lascerà la Mercedes dopo cinque anni di collaborazione, per passare in Alfa Romeo. Il finlandese ha per questo riflettuto su cosa gli mancherà del team e del suo compagno di squadra, Hamilton.

F1 Bottas Mercedes

Dopo cinque anni in F1 a fianco della Mercedes, Valtteri Bottas si sta preparando al momento dell’addio, quando lascerà il posto a George Russell. In occasione del GP di Sochi, il finlandese ha riflettuto sul tempo speso con il team e con il suo compagno di squadra, Lewis Hamilton.

A Bottas non mancherà infatti solamente il lavoro in pista, ma anche le amicizie costruite in fabbrica ed i ricordi condivisi con Hamilton:

“Della Mercedes mi mancheranno molte persone con cui sono diventato amico e con cui ho trascorso tanto tempo insieme negli ultimi cinque anni. Naturalmente, anche i ricordi che ho costruito con il team: l’aver conquistato insieme quattro titoli Costruttori e, si spera, un quinto”, ha raccontato Bottas.

“Le vittorie, la quantità di podi che ho ottenuto con la squadra, tutto questo sicuramente mi mancherà, ed anche Lewis. È stato un vero piacere e un vero onore lavorare con lui, e siamo stati in grado di lavorare davvero bene come squadra. Ci rispettiamo molto, è stato un compagno di squadra fantastico e ho imparato molto da lui. Non ho dubbi che farà bene anche in futuro”.

Leggi Anche:

F1 | Masi pensa ad un cambio d’orario delle gare in caso di pioggia

Bottas e Hamilton sono la coppia di piloti più longeva della F1 e fra le più funzionali della Mercedes, da quando il finlandese ha sostituito Nico Rosberg nel 2017. A differenza di Rosberg infatti, Bottas non ha mai avuto grandi problemi con Hamilton, con i due che non si sono mai davvero scontrati. Ad oggi, infatti, la loro relazione è così buona che Bottas è arrivato al punto di chiamare il sette volte campione del mondo suo amico.

“Posso sicuramente dire che siamo amici”, ha detto. “C’è davvero un grande rispetto da entrambe le parti. Certo, gareggiamo l’uno contro l’altro, ma siamo davvero un’ottima squadra. Se guardo agli ultimi anni, non mi viene in mente una squadra migliore. Abbiamo raggiunto un bel po’ di risultati importanti insieme”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.