Formula 1

F1 | Bottas riceve la cittadinanza onoraria dell’Australia

Valtteri Bottas, già legato “sentimentalmente” all’Australia, ha ricevuto anche la cittadinanza onoraria.

Valtteri Bottas ha ricevuto la cittadinanza onoraria dell’Australia. Il pilota Stake F1 Team Kick Sauber è stato praticamente “adottato” dal continente nel corso dell’Adelaide Motorsport Festival.

Per il finlandese, è stato un fine settimana molto intenso. Durante l’evento, che si è svolto nella città australiana, Bottas e altri ex piloti di Formula 1 (tra cui spiccava Damon Hill, campione del mondo nel 1996, che proprio nel GP d’Australia del ’94 perse il titolo contro Michael Schumacher) si sono messi al volante di macchine storiche.

Credits: Speedcafe

Per l’occasione, Bottas ha guidato una Leyton House CG891 Judd del 1989, disegnata all’epoca nientemeno che da Adrian Newey. Successivamente, davanti a una folla di tifosi, il pilota Stake è salito sul palco dove Speedcafe gli ha consegnato un cappellino speciale, che lo ha proclamato cittadino onorario dell’Australia.

“Grazie. Sono senza parole”, ha dichiarato Bottas, durante l’evento presentato da David Croft, giornalista di Sky Sports F1.

Il legame dell’ex Mercedes con la terra dei canguri dura ormai da un paio d’anni. Ogni estate, durante la consueta pausa dalla Formula 1, Valtteri Bottas trascorre molto tempo ad Adelaide. Le sue vacanze in Australia hanno anche un valore sentimentale: la sua compagna, la ciclista olimpica Tiffany Cromwell, è infatti nativa di Stirling.

La coppia ha organizzato diversi eventi ciclistici in Australia, così come in Finlandia (terra natia di Bottas), e ha anche trascorso il suo primo Natale in Australia lo scorso anno.

I tifosi hanno scherzato a lungo sul fatto che il buon Valtteri si stesse gradualmente trasformando in un australiano doc. Tutto è iniziato col suo cambio di look: baffo e capelli biondo platino, che ha sfoggiato per la prima volta alla fine del 2022. Mancava solo la cittadinanza, che è arrivata alla vigilia del weekend in Australia.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter