F1 | Bottas sempre più lontano dai piani Mercedes, il finlandese sembra aver mollato tutto: “Oggi non avrei potuto fare meglio”

Valtteri Bottas e Mercedes, due realtà che sembrano sempre più distanti tra loro dopo Baku. Il finlandese ha evidentemente mollato tutto, probabilmente conscio del fatto che un rinnovo non arriverà più.

Bottas Baku mercedes
credits: Eurosport.com

Valtteri Bottas ha mollato tutto, ormai è evidente che le strade tra lui e Mercedes si stanno dividendo dopo il disastroso GP di Baku. Girava già da tempo la voce secondo cui al finlandese era stato detto che non sarebbe rientrato nei piani del 2022, ma la gara di oggi non ha fatto che alimentare queste (ormai) certezze. Il pilota finlandese non ha nemmeno provato a fare qualcosa di più, a tentare un minimo sorpasso. Anzi, l’hanno passato Raikonnen, Giovinazzi e Latifi. Sarebbe molto probabilmente finito terz’ultimo se Russell non avesse avuto problemi dell’ultimo minuto. La realtà ormai è evidente: Valtteri sembra aver perso la grinta e la forza, probabilmente conscio del fatto che il rinnovo non arriverà mai. Lo stesso Toto Wolff ha speso molte parole per Hamilton, ma si è totalmente dimenticato del suo secondo pilota, quasi non fosse più parte del team. Il suo stesso ingegnere, durante la gara, sembrava svogliato, stanco di dare risposte al povero finlandese.


Leggi anche

F1 | GP Baku – Errore fatale di Hamilton: “Una delle gare più umilianti della mia vita”


L’intervista post-gara

“La gara di oggi non ha fatto altro che confermare ciò che si è visto venerdì e sabato. Mancanza di continuità, non ero veloce. Quando mi sono trovato Aston Martin davanti a me, ho subito notato che non sarei stato in grado di stare al passo con quelli davanti. Se penso ai miei anni in Mercedes, non riesco a farmi venire in mente un weekend peggiore di questo. Conosco i miei limiti e so che non è normale essere così lento e lontano da Lewis. Non è colpa della macchina, né delle gomme. Questa è solo colpa mia. Pensavo che, dopo Monaco, questa gara sarebbe andata molto meglio. Ma non è stato così. Come ho già detto, conosco i miei limiti e oggi semplicemente non potevo andare più di così”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.