F1 | Bottas sul suo team radio: “Non ho esagerato, volevo chiarire le mie sensazioni. Non è stato divertente”

Valtteri Bottas ha commentato nelle interviste post gara un suo team radio particolarmente agitato ritenendo di aver semplicemente chiarito la sua posizione in merito alla strategia scelta.

Bottas team radio
© Copyright: Batchelor / XPB Images

L’ombra di George Russell su Valtteri Bottas è sempre più ingombrante e ora che il sedile scotta il finlandese comincia a farsi sentire. Durante il Gran Premio di Francia, Bottas è stato autore di un concitato team radio in cui evidenziava l’errore di Mercedes nel puntare su una strategia ad una sosta. Questo è stato esattamente l’opposto di quanto indicato dall’ex Williams, il quale aveva suggerito una strategia a due soste – alla fine rivelatasi vincente con Max Verstappen.

Bottas è stato il primo a fermarsi nel gruppo dei top team al giro 17 per montare la gomma hard. Per buona parte del secondo stint il #77 è stato attaccato agli scarichi di Hamilton, a sua volta incollato al posteriore di Verstappen prima della seconda sosta dell’olandese. A quel punto le sue gomme si sono notevolmente rovinate semplicemente inseguendo e senza avere una chance concreta di difendersi da Verstappen e Perez con gomme decisamente più fresche.


Leggi anche: F1 | GP Francia – Bottas furioso nel TR: “Perché ca**o non mi avete ascoltato quando vi ho detto che era una gara a due soste?”


“Stavo esprimendo molto chiaramente il mio pensiero.” esordisce Bottas ai microfoni di Sky UK, parlando del team radio apprezzato anche dallo stesso Toto Wolff. Non avevo più le gomme anteriori per gli ultimi 10-15 giri quindi era davvero semplicemente questione di portare l’auto a casa. L’ultimo stint non è stato divertente. Avevo suggerito una strategia con due pit ma il team ha deciso di andare con un’unica sosta, ed eccoci qui. Ti senti una preda facile, è abbastanza semplice. Ovviamente ho provato tutto ciò che potevo. Ho tentato di finire sul podio ma le gomme erano completamente andate quindi non avevo opportunità”. 

Il quarto posto di oggi è comunque sufficiente per superare Charles Leclerc in classifica piloti dopo un weekend terribile per la Ferrari salendo al quinto posto a quota 59 punti. Tuttavia, i suoi reali rivali si sono allontanati ancora di più e, nonostante manchino ancora 16 gare alla fine del campionato, il divario comincia ad essere ampio.

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.