F1 | Brawn sulla Qualifica Sprint: “Non toglierà importanza alla domenica. Ci aspettiamo weekend più eccitanti”

A poche ore dall’approvazione ufficiale della Qualifica Sprint, da parte della FIA, anche Ross Brawn, attuale direttore generale della Formula Uno, ha detto la sua riguardo al nuovo format, precisando che l’obiettivo sarà quello di rendere più emozionante ed interessante tutto il weekend, senza far passare in secondo piano la gara della domenica

Sprint Race BrawnFonte: Unknown

“Il nuovo format? Non rovinerà la gara di domenica ma renderà più interessante il resto del weekend” a dire la sua sulla Qualifica Sprint, è Ross Brawn, direttore generale della F1.

Proprio oggi, infatti, è arrivata la notizia dell’approvazione della Qualifica Sprint, da parte della FIA. Nel corso della stagione 2021, in effetti, saranno tre i weekend (due in Europa e uno fuori) che vedranno all’attivo il nuovo format.

Un’idea tanto innovativa quanto discussa, dunque, che dovrebbe rendere più interessante il weekend di gara, favorendo così anche i team più piccoli. A dire la sua a riguardo è stato anche Ross Brawn, attuale Direttore Generale della F1 che, sul sito ufficiale del Circus, ha spiegato i lati positivi dell’idea.

“La Sprint Race non rovinerà il GP della domenica, non è questo l’obiettivo. Il GP, infatti, resta sempre e comunque importantissimo e fondamentale” ha detto Brawn “Ma ci piacerebbe cercare di rendere anche il resto del weekend più interessante”

Diciamo che oltre alla domenica vorremmo che anche il venerdì e il sabato avessero più importanza. Con la Qualifica Sprint, infatti, il venerdì, che al momento non ha un vero e proprio fine per chi lo guarda, diventerà molto più eccitante”

“Ovviamente non penso che ci saranno pit-stop. Sarano 30 minuti consecutivi. Secondo noi, quindi, sarà un’ottima idea e speriamo in un buon risultato” ha spiegato l’inglese che ha poi raccontato le difficoltà riscontrate nell’ideazione della Sprint Race.

“Una delle parti più difficili è stato proprio cercare di non diminuire l’importanza della gara della domenica. Dovevamo trovare una via di mezzo, ed essendo in tanti ed avendo tutti un opinione diversa, non è stato facile. Anche perché non potevamo neanche creare troppi problemi ai team sia dal punto di vista economico che da quello logistico”

“Alla fine ci siamo riusciti. Potremo rendere più eccitante il weekend senza creare ulteriori difficoltà alle scuderie o rovinare il GP. Per quanto riguarda i piloti, invece, devo dire che si sono dimostrati abbastanza aperti e disponibili riguardo a questa novità. Dopotutto si tratta di una prova se vedremo che non funzionerà cambieremo e ammetteremo l’errore. L’importante è che i piloti siano ben predisposti a tentare e poi a giudicare”

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Domenicali: “GP Imola anche nel 2022? Ne stiamo parlando”