F1 | Brawn: “Verstappen mi ricorda Michael Schumacher”

Ross Brawn ha trovato alcune similitudini tra Max Verstappen e Michael Schumacher, basandosi principalmente sulla straordinaria staccata del pilota olandese in Curva 1.

Brawn Verstappen
Max Verstappen – foto: unknown

A seguito del GP del Messico, Ross Brawn, direttore sportivo della F1, ha paragonato la prestazione di Verstappen a quelle di Michael Schumacher. Brawn è stato particolarmente colpito dalla manovra eseguita dal pilota olandese in Curva 1, che gli ha permesso di sopravanzare entrambe le Mercedes. Il britannico ricorda che Schumacher passava molto tempo a camminare lungo la pista per studiare ogni curva e ogni scappatoia nel caso in cui avesse commesso un errore. Proprio questo ha permesso a Max di fare una mossa rischiosa alla prima curva per superare le due Mercedes.

Sebbene Sergio Pérez sia stato riconosciuto come “pilota del giorno” in Messico, Brawn crede che Verstappen meritasse di più questo “premio” per il suo controllo durante tutte le fasi della gara. In particolare Ross ha messo in evidenza il sorpasso di Max sulle Mercedes e la ripartenza dopo il regime di Safety Car.

Il premio di pilota del giorno dovrebbe essere assegnato a Max per via della splendida manovra alla prima curva e per come ha sfruttato la ripartenza dopo la Safety Car, non permettendo a nessuno di avvicinarsi”, ha spiegato Brawn nella sua rubrica tradizionale.


Leggi anche: F1 | Novità sulle prove libere per i piloti rookies dal 2022


Christian Horner ha rivelato che Verstappen ha “passato molto tempo a valutare potenziali strategie che avrebbe potuto usare in partenza”. Proprio per questo, Brawn vede alcune somiglianze tra Max e Schumi, in virtù del modo di studiare la pista tipico del tedesco. Inoltre, pensa che questa pratica abbia funzionato a favore di Max e gli abbia permesso di frenare più tardi alla prima curva in Messico.

Mi ricordo come Michael Schumacher passava molto tempo a camminare in pista il giovedì prima di un weekend di gara. Guardava le curve e le vie di fuga, nel caso in cui le cose andassero male. Quindi sapeva anche come evitare situazioni rischiose con delle manovre sicure. Proprio questo particolare studio del tracciato ha permesso a Verstappen di affondare la staccata in Curva 1 e, di fatto, mettere una seria ipoteca sul GP del Messico”, ha aggiunto Brawn.

Brawn ha anche analizzato la lotta per il campionato, e crede che questa durerà fino alla fine della stagione. Inoltre, ritiene che sia Max che Lewis meritino di essere proclamati campioni proprio per la straordinari battaglia che stanno mettendo in atto.

Mancano quattro gare e tutto può succedere, quindi questa lotta per il campionato è ancora lontana dall’essere finita. Ho sentito qualcuno dire che entrambi meritano di vincere il titolo, e in qualche modo questo è vero, dato lo spettacolo che Max e Lewis ci stanno proponendo”, ha detto per chiudere.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter