F1 | Briatore durissimo contro la FIA : “Sono inadeguati, bisogna cambiare”

Flavio Briatore, ex team manager, si è scagliato contro la FIA dopo il discusso GP di Singapore a causa della “penalità” ai danni di Perez.

Briatore FIA
Flavio Briatore contro la FIA – foto:web

Torna nuovamente a far discutere il modus operandi della FIA, con anche l’ex team manager Flavio Briatore che ha commentato la vittoria di Perez ma soprattutto si è scagliato contro il comportamento della FIA nei confronti della penalità data al pilota Red Bull.

Alla FIA lavorando delle persone che sono inadeguate. Ogni volta abbiamo un problema, e anche ieri a Singapore è stato uguale. Se Perez ha commesso un infrazione perché aspettare ore per prendere una decisione che si sarebbe potuta prendere in pochi minuti?”

“Non penso che sia colpa della Formula 1 ma bensì della FIA stessa. Abbiamo bisogno di cambiamenti, con questi episodi si possono rovinare gare e si può incidere sul risultato di un mondiale,” ha dichiarato Briatore a LaPresse.


Leggi anche: F1 | Orari del Week End: GP Giappone 2022 – Anteprima e orari TV su Sky e TV8


Ovviamente l’imprenditore italiano fa riferimento all’episodio riguardante Sergio Perez e la ripartenza dopo la Safety Car. Con il messicano che, per ben due volte, ha lasciato troppo spazio tra lui e la Safety Car violando di fatti il regolamento. I commissari dopo un interminabile attesa hanno penalizzato Perez solamente con 5 secondi, lasciandogli di conseguenza la vittoria del GP di Singapore.

Sempre in merito alla FIA, Briatore ha voluto nuovamente sottolineare la sua opinione sulla classe dirigenziale della federazione internazionale.

“La Fia è un azienda e come tale c’è bisogno che all’interno della struttura organizzativa ci siano persone giuste e adatte. Ha quasi 200 dipendenti e le aziende di questo calibro devono essere gestite da manager competenti in ogni settore. In questo momento all’interno della loro azienda ciò non accade.

La FIA deve essere amministrata da professionisti e questo è fondamentale. La cosa fondamentale è che la F1 prenda una decisione a riguardo. Devono trovare una federazione che sia all’altezza della F1 stessa. Perché negli anni passati ciò non accadeva? Semplicemente al tempo c’erano appunto dei professionisti del settore”, ha concluso.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Daniele Lo Re

Classe 2002 Bolzano, Alto Adige