F1 | Carlos Sainz e quella lettera di Vettel nel 2014: “Da allora provo un affetto speciale per lui”

Sebastian Vettel e Carlos Sainz, il passato recentissimo della Ferrari ed il presente, due piloti diversi, diversissimi ma uniti da alcune caratteristiche comuni e, soprattutto, da un affetto ed un rispetto iniziato molti anni fa. Per conoscere ciò che li ha legati bisogna ritornare, infatti, al 2014, anno di addio di Vettel alla Red Bull e periodo nel quale Sainz lavorava al simulatore proprio per il team austriaco

Vettel Sainz
Fonte: Unknown

Mi riconosco un po’ in Vettel, lo rispetto molto” così Carlos Sainz ha parlato del suo predecessore in Ferrari, Sebastian Vettel. Nel corso di un’intervista esclusiva per Soymotor.com, infatti, il pilota del Cavallino si è raccontato e tra i vari argomenti ha parlato anche dell’ex Ferrarista.

Dopo un divorzio improvviso dalla scuderia italiana, infatti, il quattro volte campione del mondo è approdato nella britannica Aston Martin, con la quale quest’anno tenterà il tanto atteso riscatto. Tutt’altra storia per Carlos Sainz che, dopo un’ottima stagione in McLaren, inizierà la sua nuova avventura in rosso.

Ed è proprio di lui che Sainz ha parlato in una lunga intervista per Soymotor.com, in cui si è raccontato tra progetti futuri e ricordi. Ricordi tra i quali uno, risalente al 2014, riguarda proprio Sebastian Vettel, che solo pochi mesi prima di lui ha affiancato il compagno Leclerc.

Quando nel 2014 Vettel lasciò la Red Bull io lavoravo al simulatore per il suo stesso team. Prima di andarsene, decise però di mandare una lettera ad ogni singolo impiegato. Ognuna di queste lettere era un ringraziamento per il lavoro svolto e ne mandò una anche a me” ha raccontato lo spagnolo.

“All’epoca infatti, io dalle quattro di mattina lavoravo al simulatore per il set-up della vettura in vista del GP di Australia. Proprio per questo lui mi inviò una lettera e mi ringraziò per il lavoro fatto, per tutti gli sforzi e l’impegno”

“Da quel momento il mio rapporto con lui è cambiato. Lo ammiro molto e provo tantissimo rispetto. Diciamo che è un affetto molto forte che va al di là delle telecamere e che ci lega. Questo però non gliel’ho mai detto, ma forse un giorno gli rivelerò quello che provo. Tra l’altro mi riconosco anche un pò in lui ha concluso Sainz.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Carlos Sainz: “Ferrari è sempre stata la vera sfidante di Mercedes, deve solo ritrovare se stessa”