F1 | Chi è il sostituto di Vettel? Tutto quello che sappiamo

La notizia di stamattina ha spiazzato tifosi e addetti ai lavori: ma chi è pronto a saltare sul sedile di Vettel? Sainz pare il più accreditato, ma secondo Turrini Ferrari starebbe pensando anche a Bottas. Non è inoltre da escludere la carta Giovinazzi. Sostituto Vettel Ferrari

Sostituto Vettel Ferrari

La situazione si è evoluta ad una velocità impressionante. Nel giro di 24 ore, dalla convinzione che Ferrari avrebbe offerto il biennale richiesto da Sebastian Vettel si è passati all’annuncio del divorzio. Sostituto Vettel Ferrari
Il tedesco non c’è stato: un anno di contratto alle stesse condizioni di Leclerc significa molto, significa che il pilota avrebbe dovuto riconquistare una fiducia che il proprio team ha smarrito. Una proposta del genere difficilmente sarebbe stata accettata da qualcuno che di mondiali ne ha vinti quattro e di esperienza da impiegare nello sviluppo della vettura ne ha da vendere. E Ferrari lo sa: per questo viene semplice pensare che a Maranello avessero già deciso di appiedare Vettel, avanzandogli un’offerta con la piena consapevolezza dell’epilogo a cui andavano in contro. In Ferrari avevano già pronto un piano B che forse, vista la situazione, è sempre stato un piano A.

Ma chi è questo piano A? Si dice Carlos Sainz

In Ferrari con tutta probabilità hanno già deciso, ma ancora deve arrivare l’ufficialità. Si parla tanto di Carlos Sainz e varie fonti già danno per assodato il suo passaggio alla Ferrari: il pilota spagnolo, reduce di un’ottima stagione nel 2019, pare pronto al grande salto. Una scelta che renderebbe chiare le intenzioni di Ferrari: lasciare indiscussa la leadership interna di Leclerc ed avere un secondo che possa giocarsi la sua chance senza essere troppo d’intralcio.
D’altronde sarebbe forse la scelta più ragionevole, nell’ottica anche di mantenere nel team l’esperienza necessaria per capire e far crescere la vettura, esperienza di cui Sainz dispone con le sue 102 gare a cui ha preso parte.

Tra i nomi c’è anche Bottas

Ma non c’è solo Sainz tra le opzioni: secondo quanto riportato da Leo Turrini sul suo blog, Ferrari starebbe prendendo anche in considerazione chi ad oggi rappresenta la Seconda Guida per eccellenza, Valtteri Bottas. Il finlandese, ricordiamo, ha il contratto in scadenza proprio al termine di questa stagione, e può essere senza dubbio una valida opzione se la strategia della Ferrari è puntare tutto su Leclerc e al contempo portare esperienza al team.

Sky Sport invece è sicura: in pole position ci sarebbe Giovinazzi

Carlo Vanzini, cronista di Sky Sport F1, vede invece Giovinazzi come primo candidato per il sedile della rossa. Sebbene promuovere il giovane italiano possa essere un’ulteriore riprova della fiducia che Ferrari ripone nella propria academy, forse i tempi non sono ancora del tutto maturi per un passaggio nella casa madre. Ma mai dire mai: la seconda parte del 2019 ha messo in risalto le doti di Giovinazzi, un po’ in ombra nelle prime gare. Resta da capire se quanto dimostrato sia abbastanza.

L’opzione Ricciardo?

In Ferrari sembra abbiano già scartato un approdo dell’australiano, ritenuto forse troppo complicato da gestire nell’ottica di evitare ogni tipo di frizione all’interno del team. Non è un mistero che Ricciardo firmerebbe carte false per il passaggio in Ferrari, ma forse finora non ha avuto un buon timing per sfruttare al meglio le occasioni. Con tutta probabilità il suo futuro non sarà comunque con Renault, che sembra impossibilitata nel garantirgli l’attuale stipendio anche per un prossimo contratto.

C’è chi pensa anche ad Alonso…

E non sarebbe così assurdo dopotutto. Lo spagnolo ha lasciato la Formula 1 nell’attesa di una chiamata di un top team che possa garantirgli di tornare a lottare per il titolo. Tuttavia i trascorsi appartengono ad un passato ancora non del tutto dimenticato ed entrambe le parti dovrebbero scordare parole infelici ed attacchi reciproci risalenti a poco più di sei anni fa. Non è di certo comunque un’ipotesi da scartare in toto, seppur oggettivamente poco probabile.

Insomma, tante ipotesi ma poche certezze finora: è plausibile però che per una risposta non si debba aspettare il solito mese di settembre. Visto il polverone mediatico che si è innalzato, è possibile che già nei prossimi giorni possano arrivare le prime conferme.

F1 | Wolff punta Vettel? “Non possiamo ignorare la situazione”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"