F1 | Claire Williams: “Correre nel 2020 se vogliamo sopravvivere”

La figlia di Sir Frank Williams parla della difficile situazione finanziaria del team dovuta allo stop delle gare e di un modello più sostenibile di F1 per il futuro

Williams correre 2020 sopravvivere
©EssentiallySports

“Per Williams correre nel 2020 è fondamentale per sopravvivere, ma lo faremo solo quando la situazione garantirà la sicurezza di tutti”

Claire Williams, vice team principal dell’omonimo team con sede a Grove, ha confessato ai microfoni di Sky Sports Uk le proprie preoccupazioni sulla situazione finanziaria della scuderia causata dall’emergenza Coronavirus. In particolare, della mancanza di introiti derivanti dall’assenza di Gran Premi disputati fino a oggi:

La situazione odierna dalla F1 è complicata. Nelle ultime settimane io e tutti gli altri team principal stiamo studiando cosa è meglio fare per garantire che tutti escano senza conseguenze da questa emergenza. La nostra preoccupazione principale è quando tornare a correre. Disputare delle gare quest’anno per un team indipendente come Williams è una necessità assoluta, perché non abbiamo alcun sostegno alle spalle”. 

Prima, però, c’è da sciogliere il nodo relativo alla sicurezza per la salute degli operatori della F1:

Dobbiamo pensare prima a garantire a tutto il Circus di lavorare nelle condizioni idonee. Data la continua evoluzione dello scenario mondiale, non sappiamo quanti Gran Premi riusciremo a disputare questa stagione. Speriamo di farne il più possibile

Con la prima parte del campionato rinviata e varie ipotesi sul come e quando ripartire, con proposte di gare infrasettimanali e doppi eventi sugli stessi circuiti (Silverstone, ad esempio, ha già dato la propria disponibilità in merito), il tutto rigorosamente a porte chiuse, questo è il momento giusto per Williams di discutere della F1 del domani. Il tema principale è garantire la sopravvivenza dei team più piccoli rispetto alla potenza dei “top” in griglia.

“L’attuale struttura della Formula 1 non è adeguata a fronteggiare situazioni come quella che stiamo vivendo oggi. Questa è un’opportunità. Dobbiamo studiare un modello che permetta, nel caso di una futura situazione analoga, di farci trovare pronti senza doverci dimenare come stiamo facendo ora. I Top team devono capire cosa fare per garantire la sopravvivenza di quelli più piccoli. Tutta la Formula 1 sta lavorando in questa direzione. Se le regole del 2021 fossero entrate in vigore due stagioni fa, ad esempio, saremmo tutti più al sicuro al momento e non ci saremmo ritrovati dove siamo ora. Al momento siamo ancora in pericolo, ma sono sicura che ne usciremo”.

Seguici su Telegram, Facebook e Instagram

 

F1 | Horner: “La soluzione sono le vetture clienti”

Francesco Maggio

Appassionato di Formula 1 sin da bambino. Michael Schumacher e Fernando Alonso i miei idoli.