A TCFormula 1

F1 | Clamoroso FIA: non sono i team ad aver accusato Wolff

Non sono stati i team ad aver accusato i coniugi Wolff nell’indagine avviata dalla FIA: cosa vuol dire e cosa succederà adesso in F1?

Nessun team di F1 ha presentato accuse contro Toto e Susie Wolff, facendo partire l’indagine FIA che li vede coinvolti. È quanto emerge nelle ultime ore, con tutte le squadre che, tramite comunicati stampa, affermano la loro estraneità alla faccenda. Ma cosa vuol dire tutto ciò? L’indagine è davvero partita dall’interno, estrema conseguenza delle frizioni fra Federazione e Formula 1?

F1 FIA Wolff Ben Sulayem caso indagine Susie Toto
I coniugi Toto e Susie Wolff messi sotto investigazione dalla FIA – @RacingNews

Sono ore caotiche nel Circus. Quella che doveva essere una sterile pausa invernale in vista del 2024 si sta trasformando rapidamente in uno scandalo di proporzioni inimmaginabili. Nella giornata di ieri è stato reso noto che la FIA ha avviato un’indagine su Toto Wolff e la moglie Susie. L’accusa sarebbe quella di un conflitto di interessi.

Ciò che sappiamo per certo è che l’obiettivo dell’indagine sarà dimostrare se (e come) Susie Wolff abbia passato delle informazioni sensibili al team principal Mercedes all’insaputa delle altre squadre. Un’accusa pesante, un fulmine a ciel sereno che sgretola quegli ultimi barlumi di stabilità nei rapporti fra Federazione e detentori dei diritti commerciali.

Si vociferava fossero stati alcuni team principal a richiedere l’indagine della FIA. Nelle ultime ore, invece, è chiaro il contrario: nessun membro dei team ha espresso malumori in merito alla questione Wolff e, anzi, il supporto alla CEO della F1 Academy è massimo.

Questo può voler dire che l’indagine è partita dall’interno della Federazione. Una prospettiva esplorata anche da noi, in questo editoriale a cura di Jacopo Moretti, che sottolinea lo strano tempismo della FIA.

I malumori fra FOM e FIA, nella persona del Presidente Mohammed Ben Sulayem, sono cosa nota da tempo. Il braccio di ferro sul caso Andretti ne è la dimostrazione più plateale. Che siamo giunti ad un punto di non ritorno?


Leggi anche: F1 | L’ammissione del commissario: “Abbiamo provato a non dare penalità a Sainz, ma…”


Difficile immaginare un futuro in cui il Circus si distacchi dalla Federazione Internazionale, alternativa già palesatasi con insistenza due decenni fa. Eppure, fra gli addetti ai lavori, pare circolare proprio questa idea, secondo delle indiscrezioni della BBC.

Le prossime ore diranno tanto del futuro dello sport. Le pressioni interne alla Federazione, che già ha visto Ben Sulayem doversi difendere dalle accuse di sessismo, potrebbero portare ad un cambio di leadership e ad una successiva riappacificazione con i team? Staremo a vedere.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter