F1 | Conferenza stampa GP Austria, Raikkonen: “Non mi interessano certe assurdità”

Il finlandese, presente nella conferenza stampa del giovedì, ha commentato le nuove voci su un possibile approdo in McLaren per il 2019 e su come ci si sente a lavorare per Sebastian Vettel. GP Austria Raikkonen

Kimi Raikkonen in conferenza stampa GP Austria 2018 – Foto: Kimi Raikkonen

Kimi Raikkonen non ha né smentito né confermato le voci che dicono stia trattando con la McLaren per il 2019.

I resoconti dei media di questa settimana hanno suggerito che Raikkonen è l’ultimo top driver che la McLaren ha cercato per un sedile nella prossima stagione. Il team britannico sta valutando le sue opzioni nel caso in cui Fernando Alonso decida di non rinnovare il suo contratto e passare all’IndyCar. Un’altra opzione era Daniel Ricciardo della Red Bull che però sembra ormai pronto a rinnovare con il team che lo ha portato alla conquista di 7 vittorie in F1.

“Ho parlato con loro, ma in passato, quando guidavo la McLaren”, ha detto Raikkonen in conferenza stampa “Non ho alcun interesse a essere coinvolto in tutte queste assurdità”.

Da quando è tornato a far parte della Ferrari nel 2014, Raikkonen è stato ogni anno al centro del mercato e si è trovato a dover rispondere alle domande sul suo futuro. Questa volta non è diverso, con l’impressionante stato di forma del giovane Charles Leclerc alla Sauber che aggiunge benzina sul fuoco alle voci di un possibile approdo in Ferrari nel 2019.

Leggi anche:
Raikkonen: “Sono anni che si parla del mio fantomatico sostituto”

Alla domanda se volesse concludere la carriera in Ferrari, il finlandese ha dichiarato:“Non lo so,;ho detto nel 2007 che avrei finito con la Ferrari ma ad un certo punto ho firmato con la Lotus”.

“Non sai mai cosa può succedere, sentiremo, come sempre, un sacco di chiacchiere. Non sono felice di commentare queste voci, tutti, me compreso, vedranno ad;un certo punto cosa accadrà quindi aspettiamo e vediamo. Penso di essere stato in questa situazione molte volte, lo sapremo prima del prossimo anno, è una situazione abbastanza normale.”

Ha continuato dicendo: “Vediamo cosa accade in questo Gran Premio” rispondendo a una domanda;in riferimento alle prestazioni migliori del suo compagno di squadra;“la settimana scorsa abbiamo corso due gare differenti. Non mi interessa se Vettel è in vantaggio o in ritardo, la chiave era poter competere e;superare e questo è quello che trovo più divertente” .



Anche se ha quasi la metà dei punti che il leader del campionato, Raikkonen;non esclude di poter lottare per il titolo e spera di migliorare nelle prossime gare. Inoltre, sul Red Bull Ring, ha esposto la sua opinione sulla terza zona DRS aggiunta quest’anno.

“Posso lottare per il titolo finché arrivano i punti, ci sono molte cose che non sono andate come volevo e questo ci ha messo in una posizione leggermente più;complicata, cercheremo di fare un buon fine settimana, la stagione è ancora lunga. Non siamo in una situazione ideale, ma non siamo nemmeno lontanamente in un disastro”.

La metà della pista è con DRS, dovrebbe essere facile sorpassare. Arrivi ad un punto in cui il sorpasso diventa artificiale”, ha concluso il finlandese.

F1 | GP Austria, Ricciardo: “Il mio futuro? Darò notizie entro due settimane”

F1 | Conferenza stampa GP Austria, Raikkonen: “Non mi interessano certe assurdità”
Lascia un voto