F1 | Conferenza stampa GP Belgio – Ricciardo: “Sentivo di dover cambiare aria”

Nella conferenza stampa di oggi, Daniel Ricciardo ha risposto alle domande riguardo il suo futuro e ai momenti chiave della trattativa, che ha visto il suo passaggio da Red Bull a Renault nel 2019. GP Belgio Ricciardo

F1 Conferenza stampa GP Belgio Ricciardo: Sentivo di dover cambiare aria
Ricciardo mentre fa lo Shoey sul podio in Cina in occasione della sua vittoria – ©Red Bull Content Pool

Ecco le parole del pilota australiano:

“Non è stata una scelta facile. Ho dovuto prendere una decisione molto difficile e sono contento della mia scelta. Ho preso il mio tempo per scegliere e sono pronto per affrontare questa nuova sfida. Ci sono molte incognite in questa scelta che ho preso, c’è anche un alto livello di rischio per la decisione che ho preso.”

Ricciardo risponde anche alle critiche mosse da Helmut Marko e dalla sua paura della Power Unit Honda

“Il fatto che Red Bull sarà motorizzata Honda dalla prossima stagione non credo abbia influenzato particolarmente la mia decisione, semplicemente è stata una decisione mia dovuta alla mia voglia di cambiare aria. Dopo 5 anni in Red Bull e 10 anni in questa azienda, credo che sia il momento giusto per cercare una nuova sfida.
La mia scelta non è stata neanche influenzata dal mio compagno di squadra, credo che tutti e due veniamo trattati nello stesso modo e nonostante l’incidente a Baku e altri episodi, credo che il team abbia mantenuto la stessa filosofia.”

“Dentro di me ero molto combattuto nel capire cosa fare e ci è voluto un po di tempo. Fino a Monaco era stato un inizio di stagione molto positivo, poi ho perso un po’ lo slancio e anche quando i risultati erano positivi c’era sempre un po’ di frustrazione.”

“Anch’io ho pensato di essere molto vicino al rinnovo in un certo senso, ma tutto è cambiato dopo una mia riflessione e non ho avuto alcun problema con i vertici della Red Bull nel comunicare la mia decisione”.



Il pilota australiano conclude parlando della convivenza con Verstappen e il futuro con Hulkenberg.

“Max è stato un buon compagno e auguro a Pierre il meglio, però credo che lui debba pagare un drink a me e a Marko (scherza). Credo che anche l’anno prossimo avrò un compagno molto competitivo come Nico. Come ha detto Fernando, credo che tutti vogliano una griglia più competitiva, anche chi vince di più perché la vittoria sarebbe sudata e la godi di più.”

“Io corro per vincere un titolo mondiale ed è ancora questo il mio obiettivo, anche se Mercedes e Ferrari partiranno molto più avanti rispetto agli altri e quindi è abbastanza improbabile, ma sono qui per provarci.”

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori. Clicca qui per info

F1 | Conferenza stampa GP Belgio – Gasly: “Non vedo l’ora di sfidare Verstappen”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.